Scopriamo gli “Schoolkit”: uno strumento utile
a insegnanti ed educatori

Un modo on line per condividere buone idee

Schoolkit. Se ne è molto sentito parlare, ma per tanti ancora non è chiaro cosa siano e a cosa servano. Per fare chiarezza, però, il metodo migliore è quello di vedere in prima persona, magari accedendo direttamente alle numerose proposte già presenti su schoolkit.istruzione.it.
Quando si parla di “Schoolkit”, comunque, si tratta di “modelli di istruzioni passo-passo per accompagnare le scuole nell’attuazione del Piano Nazionale Scuola Digitale, che rispondono a una domanda chiara e aiutano a risolvere un problema o sviluppare una pratica innovativa”. L’obiettivo a cui la creazione e condivisione degli Schoolkit mira è far emergere pratiche di chi ogni giorno innova la scuola, o valorizzare definitivamente quelle che già stavano acquisendo importanza nei percorsi formativi. Allo stesso tempo, questa modalità rappresenta una “consapevole strategia del MIUR per coinvolgere la comunità scolastica e acquisire il sostegno di partner esterni alla scuola ma molto coinvolti con essa”.
schoolkit.istruzione.it


Il diritto d’autore: un approfondimento

Accedendo al sito dedicato, schoolkit.istruzione.it è possibile ottenere anche tutte le informazioni relative al diritto di autore sugli Schoolkit. Vengono rilasciati secondo i termini della licenza CC-BY 3.0. Il MIUR li pubblica a seguito di adeguate valutazioni di opportunità e accuratezza dei contenuti. I rispettivi autori rimangono responsabili per i profili di attualità, correttezza, completezza e qualità delle informazioni.


I soggetti che possono elaborarli

La possibilità data di creare Schoolkit è particolarmente ampia perché interessa tutti coloro che ritengono di avere una pratica da condividere di cui possa beneficiare la comunità scolastica.
Volendo fare un elenco, possono diventare autori tre principali categorie di soggetti: il Miur stesso, la comunità scolastica e, categoria non meno importante, partner, istituzionali e privati, che si sono distinti per il loro sostegno alla comunità scolastica e che il MIUR coinvolge di volta in volta per aiutare ad accompagnare le scuole.