L’evoluzione dell’energia in Italia
Sì all’Expo di Astana targata 2017

La manifestazione è cominciata in Kazakistan lo scorso giugno

C’è anche l’Emilia Romagna all’Expo 2017 Astana che ha aperto i battenti lo scorso 10 giugno e durerà fino al 10 settembre, in Kazakistan. Il padiglione italiano è uno tra i più grandi dell’esposizione: si tratta infatti di una struttura di 900 metri quadri realizzata dagli architetti Paolo Desideri e Stanislao Cantono di Ceva, per un investimento di 3 milioni di euro, oltre a 300 mila euro provenienti dalle Regioni sponsor, e da altri 11 soggetti partner. Il tema centrale dell’esposizione è l’evoluzione dell’energia in Italia, dal dopoguerra fino alle più recenti tecnologie volte a ridurre le emissioni di CO2 e ad aumentare l’efficienza energetica attraverso l’utilizzo di fonti alternative. E l’Emilia Romagna è dunque in prima linea, insieme ad altre quattordici regioni italiane: Basilicata, Campania, Friuli Venezia Giulia, Lazio, Liguria, Lombardia, Marche, Piemonte, Puglia, Sardegna, Sicilia, Toscana, Umbria e Veneto. Si alterneranno sulla base di un calendario di “settimane di protagonismo” coordinato dalla Conferenza delle Regioni e delle Province Autonome.
expo2017astana.com


A SETTEMBRE Spettacoli a suon di musica per il pubblico kazako

Teatro alla Scala e Santa Sede, ci sono anche loro

Anche il Teatro alla Scala di Milano e la Santa Sede saranno presenti all’Expo2017 Astana dedicato all’energia del futuro e alla sostenibilità. La Santa Sede sarà presente con un proprio padiglione intitolato Energia per il Bene comune. Prendersi cura della nostra Casa comune, realizzato con il contribuito della Chiesa locale. Il Teatro della Scala di Milano invece si trasferirà in Kazakistan i primi 10 giorni di settembre e porterà in scena il meglio del suo repertorio per stupire tutti i presenti che non vorranno perdersi l’occasione di gustare un evento unico. Quest’anno saranno presentate l’opera fumettistica di Giuseppe Verdi, Falstaff, e la Sinfonia n. 9 di Ludwig van Beethoven (le date prescelte sono quelle del 7 e 9 settembre). Tutte le info sugli spettacoli sono sul sito ufficiale dell’evento kazako.


PARTECIPAZIONE

Oltre cento paesi
e 18 organizzazioni
presenti

Sono più di cento i paesi che hanno deciso di prendere parte all’Expo 2017 Astana. E protagoniste saranno anche 18 organizzazioni, tra cui l’Onu, l’Unesco e l’Osce, nonostante il Kazakistan sia criticato dalla comunità internazionale per lo scarso livello di democrazia (è al 139° posto, su 167 Paesi, nella classifica Democracy Index stilata dall’Economist). Il tema principale che sarà affrontato dalla esposizione, ovvero l’energia del futuro, verrà declinato in quattro sottotemi a cui saranno dedicati altrettanti padiglioni. Il primo sarà “My future Energy”, quindi “Energy for life”, “World of Energy” e “Energy for all”.