Atmosfere retrò

Atmosfere retrò per una cucina che invita a stare insieme

Soluzioni uniche e originali, in cui nessun dettaglio è lasciato al caso

Un po’ romantica, un po’ industrial, sicuramente unica nel suo genere, la cucina easy chic è espressione di un gusto di arredare che sfugge alle definizioni e alle etichette e combina design, tradizione e comfort per proporre un modello estetico unico, quasi lezioso, ma che non stanca mai. Per ottenere questa particolare atmosfera, che è un mix di nuovo e vecchio, di rigore e di casualità, sono perfetti anche i pezzi di recupero: la capacità di utilizzare e valorizzare oggetti e mobili vecchi, donando loro una nuova vita, è un altro punto di forza di questa tendenza.Le declinazioni e le possibilità in fatto di materiali, finiture e dettagli di questo stile sono pressoché infinite. Ma il risultato, in ogni caso, sarà una cucina calda, fulcro della casa, proprio come accadeva una volta, quando dal forno in ghisa fuoriusciva lieve il dolce profumo dei biscotti preparati dalla nonna. Accanto, la stufa a legna crepita e riscalda l’ambiente con grande stile. Tutt’intorno domina l’appeal dei mobili in robusto legno reso intrigante da dettagli unici, dal sapore quasi artigianale, declinato al naturale o nei toni del bianco decapato. Per completare quest’atmosfera retrò, l’ideale sono i muri a faccia vista lasciati grezzi o rifiniti con cemento bianco, un tavolo di recupero, riportato a nuova vita e sedie imbottite in tinta. Ed ecco ricreato un ambiente sofisticato e perfettamente accogliente per intrattenere a cena gli ospiti trasportandoli in un universo parallelo dove il piacere della buona cucina regna incontrastato.


i mobili della nonna

Bianco e tinte neutreper un ambiente sempre conviviale

Nella cucina, e in generale negli ambienti easy chic, tutto deve avere un aria di casualità e di naturalezza, anche se ogni piccolo dettaglio è invece studiato con grande cura e attenzione. Nell’arredamento sono perfetti i vecchi mobili della nonna, che si prestano a essere reinventati con un tocco nuovo, morbido e sognante. Una soluzione di grande effetto è scegliere una tinta e poi dipingere tutto con lo stesso colore: l’ideale è il bianco ma vanno bene anche le tinte pastello come il verde salvia o le tonalità neutre che vanno dal beige al grigio tortora. Perfetto per esempio sarebbe un tavolo in legno sverniciato e un po’ scrostato, circondato da tante sedie diverse, in legno e in ferro, tutte dipinte di bianco.


DETTAGLI

La tavola decorata con bottiglie riciclate trasformate in vasi di fiori

Oggi il riciclo ha tante facce, alcune delle quali sono leggere e spensierate. Un esempio? Allestire al tavola con tante vecchie bottiglie di vetro, trasformate in poetici vasi di fiori. Il trucco è disporne in una lunghissima fila, oppure raggrupparle al centro di un insieme armonioso ma non troppo studiato.


UNICITÀ

Niente pezzi firmati e troppo riconoscibiliStop a marchi e loghi in vista

Lo stile easy chic combina l’atmosfera retrò con pezzi di design, meglio se anonimi e rigorosamente non brand. Perché lo chic sta proprio nella mancata ostentazione: no ai pezzi firmati e troppo riconoscibili, no a marchi e loghi in vista. L’unicità diventa un valore fondamentale.

2017-09-19T12:03:55+00:00 Argomento: CASA|Speciale |