Impianti sempre efficienti negli anni
Il segreto è la giusta manutenzione

Prendersi cura dei pannelli permette di farli produrre a lungo a livelli ottimali

Generalmente un impianto fotovoltaico viene garantito come efficiente per oltre 20 anni, ma per far sì che riesca a rispondere alle aspettative per un lasso di tempo tanto lungo, occorre prendersene cura. Una corretta manutenzione è fondamentale e al di là di quella straordinaria, di cui deve necessariamente occuparsi un tecnico, sono molte le accortezze da prendere anche per proprio conto. Si tratta, infatti, della manutenzione ordinaria che, per quanto possa sembrare banale, inizia da una attenta pulizia dei pannelli. Se questi ultimi sono troppo sporchi non possono produrre l’energia che sarebbero capaci di sviluppare altrimenti. Quindi, controllare le loro condizioni è decisamente importante, soprattutto per chi vive in zone ricche di alberi (che potrebbero ricoprire i pannelli di foglie o resina). Esistono kit specifici per la detersione dei pannelli, in modo da assicurarsi di non rovinarli. è, inoltre possibile ricorrere a spazzole specifiche o piccoli robot creati appositamente per questo scopo. Soprattutto i robot potrebbero essere definiti come una via di mezzo tra la detersione fai da te e quella a cura di un’azienda specializzata. Il vantaggio di questi macchinari è proprio quello di riuscire a liberare i pannelli da sporco e incrostazioni senza rovinarli. La frequenza con cui effettuare la pulizia o interrogarsi su quali altri interventi di manutenzione possano giovare al proprio impianto fotovoltaico si ricava semplicemente dal monitoraggio del rendimento dei pannelli: quando non è più quello atteso indicato dal produttore, significa che c’è qualcosa che non va.


VERIFICHE TECNICHE

Molto spesso è sufficiente un’accurata pulizia

Per assicurarsi rendimenti sempre elevati dai propri pannelli fotovoltaici è bene prendersene cura senza dimenticare la dovuta manutenzione straordinaria.Almeno una volta all’anno dovrebbe essere un tecnico a verificare che tutto proceda nel migliore dei modi e, nel caso contrario, intervenire.Molto spesso si tratta solo di dover effettuare una pulizia più approfondita che risulterebbe difficile fai da te. In più, un tecnico specializzato può anche occuparsi di una serie di verifiche come quello sull’inverter, sul liquido antigelo, sui collegamenti elettrici, di verifica delle batterie e molto altro. Molti contratti, prevedono questo genere di servizi già a partire dall’installazione dell’impianto.


QUANDO

Appuntamento in primavera per un check-up di routine

Non esiste un periodo migliore in assoluto per occuparsi della manutenzione del proprio impianto fotovoltaico, ma solitamente è consigliabile fissare i controlli in primavera, dopo il periodo in cui l’impianto è stato maggiormente soggetto a sollecitazioni ed intemperie.


AGENTI ATMOSFERICI

Nel corso dell’anno, neve o grandine mettono a dura prova il sistema

Gli impianti fotovoltaici sono fatti per resistere nel tempo e trarre energia dal sole. Nonostante questo, gli agenti atmosferici possono metterli a dura prova. Grandinate, forti nevicate o potenti raffiche di vento potrebbero riuscire a danneggiarli, meglio controllare periodicamente.