Il fascino vintage della zona bagno tra antichità e rivisitazioni moderne

I rivestimenti fanno già molto ma si può giocare anche sui dettagli

P er chi ama uno stile che strizza l’occhio al passato o comunque l’estetica d’ispirazione vintage, il bagno può fornire tantissime idee e soluzioni in tema. Non è necessario avere un ambiente già vintage. Lo si può anche “creare” partendo dai rivestimenti, a parete o a terra. Trovarne di datati ma ancora in buono stato richiederà un po’ di ricerca in più: è sicuramente un ottimo punto di partenza, non l’unico. Anche in un contesto moderno, basta a volte un dettaglio, o una combinazione azzeccata, per cambiare atmosfera e dare all’arredo un tocco originale che si sposa con un gusto “fuori dal tempo”. I dettagli estetici su cui giocare sono tanti: sanitari, specchi, rubinetterie, tende, luci, mobili, portaoggetti, per non parlare degli elementi decorativi con cui sbizzarrirsi. Si possono scegliere elementi nuovi dal design rétro, anche se i veri appassionati amano cercare tesori tra i mercatini di antiquariato e modernariato: è lì che con pochissima spesa si possono trovare le soluzioni più adatte, l’oggetto giusto o il pezzo inaspettato capace di stuzzicare la fantasia.


PALETTE COLORE VIA LIBERA ALLA FANTASIA PER EFFETTI ELABORATI ED ORIGINALI

Le piastrelle: dalle tinte decise a quelle pastello

che siano pezzi veri pezzi d’epoca o di antico abbiano solo il design, si possono trovare molti elementi di arredo per il bagno dal gusto vintage, che si intonano perfettamente alla nostra idea. Soffermiamoci sulle finiture. Ci sono alcuni disegni di piastrelle, intramontabili e dal gusto elegantemente rétro, che già a prima vista ci trasportano nel passato più o meno lontano: la scacchiera e altri motivi modulari, le fantasie optical e dai toni pastello, l’effetto mattone per le pareti o le cementine, per un tocco ancora più antico o particolare. Anche un parquet dall’aspetto vissuto può fare tanta atmosfera. Si potranno abbinare a mobili d’epoca o dal design classico, secondo il proprio gusto e magari rimettendo a nuovo alcuni pezzi di famiglia: non solo per una questione strettamente di stile ma anche per ricordo e per tradizione.


IDEE

La consolle: il dettaglio che fa la differenza

Un elemento subito riconoscibile come vintage sono le consolle da bagno: i mobili per lavabo possono essere fatti di legno, acciaio o marmo. Si possono abbinare facilmente ai materiali come allo stile generale dell’ambiente, dall’antico al più moderno (magari con un tocco “industriale”). Dulcis in fundo la regina: la vasca da bagno freestanding, nelle sue varie forme che richiamano quelle di una volta, e magari in materiali come la ghisa smaltata o il metallo, i più classici, che ricordano i bei tempi a chi ama l’antiquariato e il modernariato.