Terreno poroso e molta luce perché crescano rigogliose

Scegliere specie compatibili con il clima

Le succulente, conosciute anche come piante grasse, sono specie particolarmente amate, grazie alle loro forme sinuose, tondeggianti e, talvolta, insolite e alle necessità di cura ridotte che richiedono. Per questo sono adatte anche a coloro che si avvicinano al giardinaggio per la prima volta. Coltivate spesso in vaso, in casa o all’aperto, possono essere anche inserite in un giardino, grazie alla loro capacità di adattarsi, ma è importante tener presente alcune accortezze. Hanno bisogno di molta luce, di luoghi arieggiati e il terreno ideale è quello poroso, per evitare ristagni idrici. Molte varietà soffrono temperature particolarmente rigide così come la continua esposizione a pioggia e vento, per questo è meglio informarsi prima per valutare quali specie siano più compatibili con il clima del proprio luogo di residenza. Questi vegetali sono perfetti per arredare spazi esterni dalla prevalenza rocciosa e eccessivamente esposti al sole, inoltre molte specie grasse producono fiori appariscenti, profumati e dal grande effetto scenico.


Da sapere: consigli di costruzione

Creare un giardino di succulente è abbastanza semplice: una volta assicuratisi di avere un terreno drenante e non troppo argilloso, per evitare il ristagno di liquidi a livello delle radici, si può procedere con la realizzazione di un piccolo viottolo, in cemento, ghiaia o pietre, sui cui lati disporre le piante grasse. Il sentiero interno, affiancato da un basso muretto, evita fastidiosi contatti con spine e aculei delle varietà coltivate.


TANTI VANTAGGI

Facili da gestire e belle da vedere

Coltivare un giardino di piante grasse presenta alcuni innegabili vantaggi: facili da gestire, richiedono poca acqua, non producono foglie secche da raccogliere continuamente, non hanno bisogno di grande quantità di terriccio né di eccessive opere di fertilizzazione, sono raramente colpite da malattie, parassiti o dai danni causati dagli animali. Inoltre mentre i giardini classici sono solitamente rigogliosi in primavera ed estate e spogli in autunno e in inverno, quelli di piante grasse mantengono pressoché lo stesso aspetto per tutto l’anno.