Illuminazione outdoor: un progetto
capace di valorizzare ogni zona

Impianti / E’ bene studiare con attenzione la distribuzione dei corpi luminosi che potranno essere a parete, freestanding o integrati nelle strutture

L’illuminazione è un elemento fondamentale per il successo dell’ambiente outdoor. È quindi indispensabile pianificare con attenzione l’impianto luminoso, facendo attenzione alla distribuzione dei corpi luminosi a parete, freestanding e di quelli che verranno integrati nelle strutture come muretti, sedute e pareti. Prima di scegliere è consigliabile effettuare delle prove in notturna, cercando di mettere il più possibile in risalto le diverse zone. Il prato dovrebbe essere illuminato da luci radenti, che evidenzino la porzione di manto erboso desiderata con fasci luminosi. Se sono presenti grandi alberi meglio evitare grandi fari puntati direttamente sul tronco e sulle fronde, per non perdere la sensazione di profondità e soprattutto per evitare inquinamento luminoso. Meglio sfruttare sobrie illuminazioni sottochioma che lambiscono appena il fusto, mettendo in risalto la forma e la maestosità dell’albero. Per i camminamenti, invece, l’ideale è predisporre delle luci segnapasso lungo l’intero perimetro.


Smart

Scenografiafa rima con tecnologia

Luce soffusa, morbida, d’accento o d’effetto? Prima di effettuare la scelta è opportuno individuare i punti focali dello spazio e selezionare quali sono le sorgenti che meglio si adattano a quella zona. In generale il consiglio è quello di enfatizzare il rapporto tra gli elementi vegetativi e l’architettura costruita. Che si tratti di un ingresso particolare, di un gazebo o di un angolo suggestivo, la parola d’ordine è scenografia che fa anche rima con tecnologia. Il mercato, infatti, offre sempre più soluzioni smart ovvero sistemi illuminotecnici che permettono di essere controllati attraverso smartphone, tablet e assistenti vocali. Tali sistemi permettono anche di rendere l’atmosfera più piacevole attenuando la luce e variandone il colore. Oltre ad una maggiore libertà e comodità d’uso, i sistemi smart offrono il vantaggio di contribuire al contenimento dei consumi e quindi dei costi, grazie ad accensione e spegnimento programmati.


Lampade fra creatività e funzionalità

Trend / Forme ispirate dalla natura, led e modelli wireless

Nelle lampade da giardino sempre più spesso l’aspetto funzionale diventa inscindibile dall’estetica. La tecnologia a led offre nuove possibilità di illuminazione creando sempre nuove atmosfere. Quanto alle forme, il mondo naturale è sempre stato d’ispirazione per i complementi da esterno, ma proprio in questa stagione sta trovando autentiche vette nell’espressione della creatività dei designer. Le lampade da esterno imitano rami e foglie delle piante e degli alberi, ma anche gli scenari quasi magici che potremmo ritrovare sott’acqua. Altro trend di grande effetto e che vede nei led alleati perfetti è la miniaturizzazione delle fonti luminose per risultati molto suggestivi. Nessun problema nemmeno se la zona adibita al relax serale è sprovvista di prese. Sono sempre più amate le lampade senza fili (sia da tavolo che piantane o modelli da appendere), che si ricaricano in anticipo (meglio se grazie a pannelli solari) e poi garantiscono ore di autonomia “wireless”.