Scelta tra estetica e funzionalità
Sceglierli in base al mood dell’arredo

Il gusto / In una casa minimal puntare sul metallo e sul vetro, in una casa classica scegliere tutte le nuance del legno o il bianco più simile alle pareti

In ogni casa, una delle scelte più difficili da fare, è quella relativa alle porte e agli infissi. L’aspetto estetico è sicuramente determinante, ma non bisogna mai perdere di vista il fattore della qualità: tanto le porte, quanto gli infissi, infatti, devono rispondere a degli standard importanti in termini di isolamento acustico e isolamento termico. Ma andiamo con ordine. Il primo elemento da tener presente è il tipo di casa su cui si interviene. Gli infissi sono complementi d’arredo in tutto e per tutto e per questo non devono distaccarsi troppo dal contesto. Se abbiamo una casa minimal, anche l’infisso dovrà rispettare linee molto semplici con una struttura molto lineare che copra il meno possibile il vetro. Se invece si ha una casa più classica per decidere il colore degli infissi, si può spaziare tra tutte le nuance del legno, l’importante è che non si discosti troppo dalla tonalità del parquet, oppure tra le sfumature del bianco per abbinarle al colore delle pareti. © riproduzione riservatA


Porte interne, una elegante essenzialità

La novità / Meglio le porte scorrevoli per ottimizzare gli spazi

Le porte interne delle abitazioni donano carattere all’abitazione e indicano chiaramente in che direzione va il gusto del proprietario di casa. Così come vuole la tendenza degli ultimi anni, il 2020 guarda nuovamente al minimalismo, quindi porte dalle linee semplici e geometriche che si ispirano alla cultura del living nord europeo. Volendo seguire le tendenze interior 2020, il must è uno stile minimalista che si traduce anche con sistemi a scomparsa o scorrevoli che offrono una maggiore fruibilità degli spazi. Per le porte scorrevoli la tendenza non sembra essere più lo scrigno, ma lo scorrimento della porta raso parete. Se andiamo sui colori, vincono le tonalità della natura e le cromie della terra. Il colore più gettonato che dona eleganza e allo stesso tempo non è invasivo è il grigio declinato in tutte le sue tonalità. Se la casa non è troppo luminosa, è bene non osare troppo. Meglio puntare su tonalità chiare, per ottenere una continuità con le pareti.© riproduzione riservatA


Sicurezza

Casa protetta con modelli high quality

Oltre alla classe antieffrazione di appartenenza, nella scelta della porta blindata concorrono diversi fattori come la struttura dell’anta in lamiera d’acciaio e rinforzi; il telaio che si dovrebbe preferire in lamiera piegata; il controtelaio che, a contatto con la muratura, deve essere preferibilmente in acciaio zincato sagomato con spessore di 2 millimetri. A ciò si aggiungeranno anche 4-5 rostri anti-scardinamento a lato delle cerniere, utili per fissare l’anta al telaio. Anche la serratura non va sottovalutata. La più utilizzata è quella con cilindro europeo che si compone della serratura vera e propria, dotata di chiavistelli e scrocco, cilindro, sistema a molle e pistoncini. © riproduzione riservatA