Videosorveglianza: molti i vantaggi
uniti alla semplicità di utilizzo

I kit professionali garantiscono ottime prestazioni

Installare un sistema di videosorveglianza è un ottimo modo per proteggere la propria casa. Prima di tutto, funziona da deterrente nei confronti dei malintenzionati, inoltre, permette di poter rivedere ciò che è stato registrato, in modo da rilevare eventuali movimenti sospetti anche se non è o non è ancora scattato nessun allarme. In più, si tratta di sistemi che funzionano perfettamente sia quando ci si trova in casa, sia fuori, gestibili semplicemente attraverso lo smartphone. Con i mezzi attualmente a disposizione è possibile progettare e installare un sistema di questo tipo anche completamente “fai da te” per la propria casa, ma la qualità e la sicurezza offerte dai kit professionali non ha pari, per questo sono questi ultimi (montati fai da te o con l’ausilio di un esperto) a costituire la difesa migliore. Importante sottolineare che i kit, oltre alle videocamere, generalmente comprendono sensori di diverso tipo (di movimento, prossimità o infrarossi) e sono resistenti sia agli agenti atmosferici che ai tentativi di manomissione.


Le telecamere a cupola, di tipo “dome”

Quando l’obiettivo di una telecamera di videosorveglianza è racchiuso in una sorta di “cupola”, si parla di telecamera di tipo “dome”.
La semisfera che caratterizza questa tipologia permette di ruotare sia orizzontalmente (in genere, a 360°) che verticalmente (di quasi 180°). Importante, dunque, valutare anche la velocità con cui queste telecamere possono ruotare. Le più veloci, non a caso, sono definite “speed”.


OPZIONI

Valutare la scelta migliore per sé

Tra i diversi tipi di telecamera per videosorveglianza si possono distinguere quelle di tipo fisso o quelle di tipo motorizzato (che tengono sotto controllo un’area più ampia rispetto alle prime). L’installazione di un modello o di un altro dovrà essere valutata in base alla singola esigenza. Se c’è da sorvegliare, ad esempio, un cancello, una telecamera fissa può svolgere egregiamente il proprio lavoro. Con le telecamere motorizzate, invece, si monitorano aree più grandi perché si tratta di prodotti che si possono muovere orizzontalmente e verticalmente.