Giocare d’anticipo su caldo e afa
per una casa dal clima perfetto

Dati Assoclima: gli acquisti per assicurarsi il fresco in l’estate sono in aumento

Sono fedeli aiutanti nello sconfiggere le giornate più afose dell’estate per un numero crescente di famiglie, ma non solo. Il mercato dei climatizzatori presenta un andamento positivo secondo dati recenti di Assoclima, l’Associazione dei Costruttori di Sistemi di Climatizzazione.
In particolare, negli ultimi tre mesi del 2018, sono cresciuti tutti i comparti relativi alla climatizzazione e quasi tutti a doppia cifra percentuale (salvo i climatizzatori monoblocco, che hanno fatto registrare “solo” un +2,5%). Piacciono soprattutto i sistemi a pompa di calore, che possono essere sfruttati sia in estate che in inverno. Se, infatti, con la bella stagione raffrescano gli ambienti, con il freddo contribuiscono a riscaldare la casa. Vengono scelte classi energetiche virtuose A++ e A+++, una tendenza che conferma non solo uno spirito ecologico, ma anche la ferma intenzione di ridurre i consumi sul lungo periodo e beneficiare delle detrazioni previste dallo Stato. Ma ecco come è cresciuto il mercato nel dettaglio nell’ultimo trimestre dello scorso anno: monosplit + 10,8% a volume e 10,7% a valore; multisplit + 14,7% a volume e 11,8% a valore; miniVRF +16,9% a volume e + 20,4 a valore; mentre si è già detto di come il mercato dei climatizzatori monoblocco è migliorato del 2,5% sia per volume che per valore.
Da ricordare due importanti indici, strettamente connessi all’efficienza energetica di questi prodotti: il SEER, Seasonal Energy Efficency Ratio, che indica l’efficienza energetica di raffrescamento e SCOP, Seasonal, Coefficent Of Performance, il coefficiente di prestazione per il caldo.


GAS O ACQUA

Sono diversi i metodi di refrigerazione

Tra le varie classificazioni che si possono fare dei climatizzatori, c’è anche quella relativa al metodo di raffrescamento. Esistono, infatti, climatizzatori a gas refrigerante oppure ad acqua refrigerata. I primi non devono mai essere ricaricati a meno che non ci siano perdite nell’impianto. Funzionano con diversi tipi di gas, tra cui l’R32, considerato tra i migliori quanto a performance e rispetto ambientale. I clima ad acqua refrigerata, invece, funzionano con l’acqua che entra nell’impianto di ventilazione una volta che è stata raffreddata. Collegando un modello di questo tipo a una pompa di calore è possibile, dunque, ottenere non solo aria fresca in estate ma anche aria calda per l’utilizzo del dispositivo durante la stagione invernale.


INVERTER

Una tecnologia diffusa per evitare
sbalzi di temperatura e risparmiare

Oggi quasi tutti i modelli di climatizzatore sono dotati di tecnologia inverter. L’inverter permette all’eletrodomestico di regolarsi in modo automatico, ottimizzando i consumi. Così il dispositivo non deve più continuamente spengersi e riaccendersi per mantenere la temperatura.


SOLUZIONI

Profondità ridotta e modelli senza
unità esterna per ridurre gli ingombri

Dimensioni ed estetica sono due elementi da non sottovalutare nella scelta di un climatizzatore, anche perché le possibilità sono sempre più ampie. Tra le opzioni da ricordare, modelli dalla profondità ultra ridotta e i climatizzatori fissi ma senza unità esterna.