La cucina all’esterno
Sempre più completa e ben accessoriata

Dai modelli in muratura a quelli mobili, guida all’acquisto

Fino a qualche anno fa cucinare en plein air era sinonimo di cottura alla brace, oggi invece l’angolo barbecue in giardino si trasforma grazie a soluzioni super accessoriate, che in quanto a bellezza e funzionalità non hanno nulla da invidiare alle tradizionali cucine casalinghe. I nuovi piani di lavoro offrono postazioni di cottura alla griglia che si accendono in un attimo, grazie alla bombola del gas alloggiata in genere nello sportello sottostante. Pratici e funzionali, integrano moduli che accolgono ogni tipo di cottura: permettono di cucinare con la friggitrice, o con la piastra a induzione per le cotture dietetiche o con il forno per fare la pizza e, grazie alle diverse zone di cottura separate a temperatura regolabile, consentono di cuocere alla perfezione alimenti diversi. Le possibilità sono davvero varie e pensate per esaudire ogni desiderio. Se la preferenza va verso una cucina mobile, piccola e salvaspazio o se, viceversa, l’intenzione è quella di realizzare una vera e propria cucina, munita di ogni comfort, le strade da percorrere sono due: l’acquisto di una cucina modulare compatta o la costruzione di una cucina in muratura. Le strutture in muratura garantiscono solidità e resistenza e una notevole capacità di ospitare complementi di altri materiali, come ad esempio piani cottura in acciaio o piani da lavoro in marmo o in legno. La duttilità delle strutture in muratura permette di creare moltissime configurazioni, in modo da attrezzare anche la cucina outdoor perché sia il più possibile completa ed efficiente. Nel caso di un’ampia veranda, per esempio, la cucina in muratura integrata con la struttura stessa della veranda permette di organizzare lo spazio come una vera e propria cucina indoor e non come una sua appendice. Per chi preferisce invece soluzioni mobili, cucine montate su ruote autobloccanti possono essere spostare con facilità da un angolo all’altro del giardino. Se il problema è lo spazio, esistono anche soluzioni grill in porcellana e acciaio che permettono di preparare il cibo direttamente seduti a tavola. Molti modelli sono dotati anche di ante particolarmente spesse e isolate internamente. Provviste di guarnizione magnetica, sono progettate in modo da preservare gli interni da infiltrazioni e intrusioni di insetti.Le nuove cucine per esterni sono perfette per organizzare cene conviviali in compagnia di amici e parenti.


Occhio al posizionamento di cappe, lavandini e piani di lavoro

Nella realizzazione di uno spazio per cucinare in giardino è utile tener presenti alcuni criteri. Prima di tutto il posizionamento: dev’essere studiato in modo da evitare che eventuali fumi possano invadere l’area destinata all’intrattenimento. Può essere utile valutare se installare una cappa per i fumi anche in ambienti esterni: non solo permette di filtrare i cattivi odori, ma convoglia i fumi lontano dalla zona ospiti.Uno spazio utile per la preparazione dei cibi non deve mancare: meglio pensare sempre a un piano lavoro, anche se piccolo, dove tenere a portata di mano posate e accessori.Anche un lavandino è un elemento indispensabile che, tuttavia, può richiedere lavori onerosi di collegamento alla rete idrica. Per ovviare a questo inconveniente, sono disponibili sul mercato cucine compatte munite di serbatoio.