Per i più piccoli

Living a misura di bimbo senza dover rinunciare all’ordine e all’originalità

Da prediligere i mobili di media altezza

Fino a qualche decennio fa, il living era il locale di rappresentanza della casa e non era immaginabile che i bambini potessero servirsene per giocare. Oggigiorno il modo di concepire la casa è mutato e tanti genitori sfruttano il salotto come zona living a tutti gli effetti, consentendo ai propri figli di utilizzarlo come area di svago. Con un po’ di organizzazione e qualche idea originale il soggiorno si può trasformare a misura di bambino senza però perdere lo stile. Il primo fattore da tenere in considerazione è quello della sicurezza. Inoltre, un ambiente ben organizzato, studiato appositamente in formato “mini”, favorirà l’autonomia e l’autostima dei piccoli. Da prediligere i mobili di media altezza, che permetteranno ai bambini di gestire da soli le loro attività. Tutto deve essere tenuto il più possibile sgombro, utilizzando ad esempio l’espediente dei pannelli mobili che, all’occorrenza, separano in due lo spazio. Gli arredi saranno scelti su misura e senza dimenticare un pizzico di ironia (ad esempio, con pouf a forma di tronco o piccole sedute a forma di animaletto).


Prevenzione

La sicurezza prima di tutto

I problemi in casa iniziano quando il bambino comincia a gattonare, azione che gli permette di esplorare le stanze ma anche di fare i primi tentativi di arrampicata. Di solito è proprio nella sala o nel soggiorno, dove i più piccoli giocano frequentemente, che capitano più incidenti. Per questo motivo scale, caminetti e stufe varie devono diventare irraggiungibili. Attenzione anche agli elettrodomestici, agli apparecchi hi-tech, come stereo, DVD, televisori, e alle prese elettriche o ai cavi in generale: i bambini potrebbero giocarci con le dita e prendere la scossa. Se avete una libreria, sistemate gli oggetti sugli scaffali con molta cura; non lasciate cose in bilico che potrebbero cadere. Coprite tutti gli spigoli vivi e chiudete tutte le ante dei mobili ad altezza bambino con i sigilli per mobili. Infine, montate dei copricaloriferi e un cancellino per separare la zona giorno dalla cucina, dalla zona notte e/o dalle scale.


Angolo lettura

Basta poco per far felici i più piccoli

Se in cameretta manca l’angolo lettura, si può pensare di usare il salotto. Per crearlo è sufficiente dare libero sfogo alla fantasia. Non è affatto necessario affrontare una spesa cospicua. Come fare? Riciclando, ad esempio, materiali e oggetti e facendo vivere loro una nuova vita. Considerando che il pavimento è una delle superfici predilette dai bambini, si può ricorrere a un tappeto soffice o a una trapunta per ricoprire lo spazio riservato alla lettura, aggiungere cuscini di varie misure, eventualmente appendere una tenda che faccia da separé.

2018-09-18T18:20:51+00:00Argomento: CASA|Speciale |