Piscina: interrata o fuori terra
Caratteristiche, differenze e vantaggi

Stesso scopo, diverse possibilità: da valutare caso per caso

La soluzione è duplice: meglio una piscina interrata o fuori terra? E quali sono le differenze tra le due scelte? L’obiettivo è lo stesso per entrambi i casi: la creazione di un piacevole specchio d’acqua dove tuffarsi tutte le volte che viene la voglia. E anzi, con l’arrivo della bella stagione, le tentazioni saranno pressoché quotidiane. A ogni modo, tra le due opzioni ci sono differenze di base: la piscina fuori terra, completamente al di sopra del livello del suolo, è più pratica perché non ha alcun bisogno di permessi per la sua realizzazione e né di scavi nel terreno. Tutto è molto rapido e semplice. La sola operazione è acquistarla e posizionarla in giardino dove si preferisce. La piscina interrata, è una scelta pensata per farla durare negli anni. La sua costruzione richiede però l’autorizzazione da parte del comune di residenza, presso cui è necessario informarsi. In sostanza, prima di iniziare i lavori occorre recarsi all’ufficio urbanistico e seguire le indicazioni perché le norme in materia di scavi per la realizzazione di una piscina interrata variano in base ai casi.


L’IDEA COME UN LAGHETTO ARTIFICIALE SENZA BISOGNO DI PRODOTTI CHIMICI

C’è anche l’alternativa ecologica e di tipo “bio”

Chi ha difficoltà a ottenere permessi di scavo può valutare l’opzione della piscina naturale. Anno dopo anno si moltiplicano e guadagnano spazio in Europa e nel mondo. Basta dare un’attenta occhiata in Svizzera e nel Nord Europa o, per non spingersi troppo lontano, perlustrare alcune zone del Trentino Alto Adige e della Toscana. La cosiddetta biopiscina non contiene cloro e la pulizia delle sue acque è affidata alla filtrazione operata da organismi vegetali. I segreti sono due: evitare l’utilizzo di strutture di calcestruzzo e cambiare i tradizionali metodi di depurazione dell’acqua. In ogni caso occorre rivolgersi a esperti del settore. Vanno quindi scelte con cura le piante acquatiche capaci di filtrare sostanze inquinanti e assorbire i composti organici tossici e i metalli pesanti. Un suggerimento? Ninfee, iris, tife e fiori di loto.


SPAZIO PER TUTTI

I materiali in pvc sono facile e
veloci da mettere in opera

Negli ultimi anni stanno trovando sempre più spazio le piscine monoblocco in pvc. Si tratta di piscine di tipo fuori terra, la maggior parte delle volte modulari, disponibili prefabbricate da installare sul posto. Le pareti esterne possono necessitare di un rinforzo per evitare che l’acqua le deformi. Il modello di piscina semi interrata non incide in maniera eccessiva sul costo finale. È comunque necessario prevedere di affidare l’installazione a personale qualificato che metta correttamente in opera la piscina. Il prezzo delle semi interrate è di norma superiore a quello delle fuori terra.