Occhio ai rischi alimentari Per ridurli
occorre seguire alcune regole in cucina

Numerose le pratiche del tutto scorrette

Alimentarsi in modo sicuro significa, come prima cosa, saper gestire i diversi cibi, sia crudi che cotti, e l’igiene in cucina. Spesso vengono date per scontato molte pratiche, che possono addirittura rivelarsi scorrette. Ad esempio, lavare la carne non è una buona idea (soprattutto se si tratta di pollo e volatili in genere). Sulla carne, infatti, possono essere presenti batteri che si diffondono proprio tramite l’acqua (o gli schizzi d’acqua, quelli generati ad esempio, dal passare il petto di pollo sotto la cannella per sciacquarlo). Bisogna, invece, passare direttamente dal frigo alla padella perché il calore distrugge i batteri. Altra pratica sbagliata è quella di riporre in frigorifero, nello stesso contenitore, cibi sia crudi che cotti, magari degli avanzi del pasto appena concluso, con l’idea di risparmiare spazio. Per evitare contaminazioni, i prodotti crudi devono sempre restare separati da quelli cotti e questi ultimi restare fuori dal frigo per il minor tempo possibile (motivo per cui anche nelle cucine domestiche sarebbe utile un abbattitore).


Lavastoviglie: attenzione a possibili muffe

Stoviglie e pentolame dovrebbero sempre essere lavati ad alte temperature e asciugati subito dopo. L’uso della lavastoviglie è comunque consentito, a patto che si scelgano cicli di lavaggio con temperature di almeno 50°C e si effettuino i dovuti lavaggi a vuoto per mantenere l’interno dell’elettrodomestico sempre in perfette condizioni. Molto spesso, infatti, proprio la lavastoviglie può essere colpita dalle muffe.


IL FRIGORIFERO

Un po’ d’aceto per pulire all’interno

Da quando ha fatto la sua comparsa in cucina, il frigorifero è il vero e proprio angelo custode della conservazione dei cibi, ma affiché faccia bene il suo lavoro, l’igiene è fondamentale.
Pareti e guarnizioni, infatti, possono diventare ricettacolo di batteri se non puliti adeguatamente. Occorre, quindi, non trascurare questo aspetto e ricordarsi di pulire spesso l’interno del frigorifero.
Non sono indispensabili prodotti appositi, va benissimo anche l’utilizzo dell’aceto da passare con un panno, sciacquare ed asciugare bene.