Per il bagno il rivestimento moderno è un mix di gusto, eleganza, adattabilità e performance

Tendenze / Sono molto gettonati gli elementi piastrellati, i laminati, i materiali metallici porosi e innovativi, spesso combinati con altri più retrò

I rivestimenti per il bagno sono fondamentali per ottenere un risultato che non ci stanchi (è pur sempre uno dei luoghi più vissuti della casa!), che sia funzionale e durevole nel tempo; sacrificare il gusto per la funzionalità, però, non è più necessario: le moderne soluzioni coniugano infatti perfettamente le varie esigenze e i diversi spazi a linee eleganti e materiali performanti. Tra le tendenze del 2020, il rivestimento di tipo moderno è il più gettonato, in grado non solo di dare al bagno una veste glamour, ma spesso anche di migliorarne l’efficienza energetica; è il caso, ad esempio, del laminato, che sul pavimento assicura un maggiore accumulo di calore e quando è abbinato ad altri elementi naturali come il marmo o la pietra garantisce un effetto molto elegante e pratico. Sebbene il materiale più utilizzato resti ancora la ceramica, il grès porcellanato (più costoso ma più resistente) trova ampia adattabilità sia nelle pavimentazioni che nei rivestimenti e nelle pareti di accento (quelle da rendere protagoniste per esaltare gli spazi), mentre il mosaico, nella sua versione più moderna, torna tra i protagonisti dei rivestimenti. Molto di moda sono infatti, in generale, le fughe colorate, che, quando applicate al mosaico danno vita a bellissime pareti dai colori più sobri o a contrasto col resto del bagno e dei suoi arredi. In ogni caso, il must è avere rivestimenti naturali, come la pietra, o a effetto naturale, come il già citato grès con effetto pietra o legno.


Le piastrelle sono un evergreen: come modernizzarle

Alternative / Si può giocare coi maxi formati, le cementine o coi disegni

Un tempo le piastrelle erano il rivestimento per eccellenza per il bagno; dopo essere state accantonate a vantaggio della pittura per creare un effetto minimalista, oggi tornano prepotentemente alla ribalta, riscoperte e valorizzate anche grazie a un differente e variegato loro uso. La tendenza 2020 per le piastrelle, anche nel bagno, gioca, così come per la moda, con le misure estreme: sono perfetti i maxi formati, posizionandole alle pareti anche fino al soffitto, così come i mini formati, nella versione reinterpretata delle cementine, alternate fra loro o utilizzate solo per una parte di pavimento o di parete. Molto in voga sono pure le piastrelle 3D, il cui strano effetto, se pensate vi potrà a breve disturbare, è ottenibile anche alternando piastrelle multicolor super originali. Restando nei termini dell’originalità, molto glamour sono anche la piastrelle opache alternate a quelle lucide, dello stesso colore, a creare un movimento naturale e vario nei rivestimenti. Giocare infatti coi colori delle piastrelle, con rivestimenti a contrasto o tono su tono è un’altra delle molte possibilità proposte dalle ultime tendenze; tra i colori moda di questa stagione vi è l’intramontabile nero (l’effetto tutto bianco, in stile scandinavo sembra invece perdere fascino), ma anche e soprattutto i colori che si rifanno agli elementi naturali e dalle tonalità pastello, in primis il rosa.