Una casa intelligente

Digital Paper: Speciale Arredamento

Soluzioni hi-tech e intelligenti che semplificano la vita in cucina

Domotica grande alleata tra i fornelli con possibilità che sfidano il futuro

Si fa un gran parlare di domotica, o casa intelligente. Ma cos’è? Si tratta di una scienza che studia l’utilizzo delle tecnologie che servono a migliorare la qualità della vita, la sicurezza, e allo stesso tempo mirano a ottimizzare i consumi dell’energia e a ridurre i costi di gestione di una casa. Immaginiamo, ad esempio, di dover uscire di casa e con un solo click poter spegnere tutte le luci, chiudere tutte le tende esterne e allo stesso tempo attivare l’antifurto. Tutto questo è già realtà grazie alla domotica. L’intervento della tecnologia è, inoltre, particolarmente utile in contesti domestici specifici come la cucina. Questo ambiente, infatti, ha molte possibilità di controllo e comando a partire dai numerosi elettrodomestici presenti –accensione o spegnimento programmati o funzioni più complesse– fino alla gestione della sicurezza con il rilevamento gas e l’allarme allagamento. E ancora: il controllo dell’illuminazione, della temperatura e la gestione di scenari complessi. Grazie alla domotica sarà possibile svegliare la mattina non più col suono fastidioso della sveglia, ma con l’aroma del caffè già pronto, e per la sicurezza della casa e di chi la abita, sarà possibile controllare non solo le dispersioni di gas e le perdite di acqua, ma anche i guasti elettrici e molto altro.Il tempo per preparare la cena fosse poco? Niente paura! Gli elettrodomestici di ultima generazione e facilmente integrabili nel sistema domotico offronto servizi prima impensabili: dal frigo al cui contenuto si accede tramite smartphone, al forno che riesce a cucinare (quasi) tutto da solo.


Funzioni evolute

Una realtà capace di rispondere a esigenze complesse

Nel prossimo futuro, la cucina sarà in grado di rispondere a esigenze sempre più complesse, arrivando probabilmente a “prendersi cura” di noi. Attraverso i nuovissimi sensori Rfid, la cucina sarà in grado di localizzare e riconoscere gli oggetti. Conoscerà quindi la scadenza degli alimenti presenti nelle nostre dispense e ci ricorderà quali consumare prima. E ancora, sarà la cucina del futuro a segnalarci quali alimenti comprare – in base alle scorte presenti nelle dispense o nel frigorifero –, oppure ci ricorderà di assumere le medicine all’ora giusta e nella corretta quantità. Inoltre, grazie a sensori di riconoscimento facciali riconoscerà tutti i componenti della famiglia e saprà esattamente quali sono le specifiche esigenze di ciascuno.


INNOVAZIONE

Chi ha sempre le “mani in pasta”oggi può gestire l’acqua con un tocco

Quando si cucina, non sempre le mani sono libere o pulite, così da permettere una facile gestione del rubinetto. La tecnologia viene in soccorso permettendo di gestire l’acqua semplicemente sfiorando la bocca o il corpo del miscelatore. In foto: Zedra Touch Miscelatore monocomando elettronico.


PRATICITA’

Piano di lavoro e cottura regolabili attraverso semplici interruttori

Una proposta che permette di alzare o abbassare il lavandino, il top e i fornelli in funzione di chi li deve utilizzare. Una possibilità pensata in particolare per le persone disabili o con temporanee difficoltà di movimento. In foto: Baselift di Granberg.

2018-09-18T18:22:01+00:00Argomento: CASA|Speciale |