Qel tocco di “disordine” che lo rende così chic e poetico…

Composizione shabby e fiori che sembrano appena raccolti

U n accessorio “vivo” forse quello che, assieme al velo, nell’immaginario classico delle nozze, connota maggiormente la sposa. Il bouquet è dunque un elemento tradizionale, ma, proprio come l’abito nuziale, la sua intepretazione segue tendenze e mode. Quelle più attuali lo vedono “spettinato” e chic. Apparentemente semplice e fatto al momento con fiori di campo appena colti, nasce in realtà da un’attenta composizione, studiata ad arte per creare un effetto naturale e un’eleganza “easy” e poetica. Altra tendenza del 2019: le foglie verdi. Sempre presenti in abbondanza nei bouquet più raffinati, diventano a volte le vere e proprie protagoniste della composizione, abbinate a piccoli fiori di campo bianchi e delicati. Le foglie formato maxi con una resa visiva migliore sono le felci, ma ultimamente sono sempre più in voga -soprattutto per matrimoni shabby chic- anche le foglie di ulivo. La regola d’oro da seguire è abbinare il bouquet all’outfit della sposa: un abito semplice si accorda con un bouquet verde e dall’effetto “spettinato”, mentre un abito più prezioso e voluminoso richiede una composizione più compatta e ordinata.


Centrotavola

Bene non eccedere in ampiezza,altezza e profumo

I fiori sono generalmente usati anche come centrotavola, un elemento d’arredo di grande effetto grazie alla sua posizione strategica. La sua dimensione va valutata a seconda della dimensione dei tavoli e del numero di invitati, perché la tavola non risulti né troppo vuota né troppo affollata.Il centrotavola non dovrebbe mai essere nè troppo alto, per non coprire il viso dei commensali, né troppo profumato. Per rendere più vivace e dinamica la sala, è possibile anche prevedere due o tre modelli diversi di centrotavola da alternare, l’importante è che siano sempre coordinati tra loro.


Addobbi. L’allestimento floreale più adatto alla location delle nozze

Perfette armonie: idee e spunti per non sbagliare

I fiori sono un aspetto fondamentale nell’allestimento del matrimonio. Devono prima di tutto abbinarsi alle caratteristiche dell’ambiente in cui sono inseriti: se il matrimonio avviene in una chiesa in pietra, spoglia e dal fascino antico, sono più adatti addobbi semplici, con fiori di campo raccolti in ceste di vimini, foglie o rami per un effetto bosco. Se la chiesa è ricca, sono perfetti vasi in vetro che contengano fiori semplici ed eleganti. Se il matrimonio avviene all’aperto, un semplice arco decorato di fiori è sufficiente per allestire l’ambiente in modo chic.I fiori definiscono anche l’atmosfera del ricevimento. Largo alle luci e alle lanterne in abbinamento ai fiori, ma anche al vetro in diverse forme e dimensioni: ampolle, vasi, vasetti appesi ai rami degli alberi regalano alle nozze un’atmosfera da fiaba e un po’ irreale.