Movimento nella terza età:
fisico e mente ne traggono
equilibrio e benefici

Un rimedio efficace contro la depressione

Con il passare degli anni, il nostro organismo richiede maggiori cure. Per questo, soprattutto in età avanzata, è fondamentale accompagnare uno stile di vita equilibrato alla cosiddetta “ginnastica dolce”, che permette di ritardare o attenuare concretamente gli effetti dei processi di invecchiamento sul corpo e sullo spirito. Da non sottovalutare infatti anche il valore psicologico e sociale della ginnastica per gli anziani. Grazie a questa attività, infatti, soprattutto se praticata in gruppo, le persone sono spinte a incontrare gli altri, a sentirsi meno sole e isolate, e a confrontarsi con qualcuno che magari incontra difficoltà simili alle loro. Per quanto riguarda poi il fisico, la ginnastica è un ottimo aiuto contro l’indebolimento e la degenerazione dell’organismo: grazie a esercizi mirati e specifici, migliora la funzionalità del corpo e porta a una maggior consapevolezza delle proprie capacità e possibilità.

Insomma, la ginnastica per anziani tiene lontane le principali cause di depressione e isolamento e mantiene il corpo il più possibile attivo e in forma.


Esercizi da provare anche a casa

Alcuni semplici esercizi di ginnastica dolce si possono eseguire anche a casa. È importante però stare attenti alle posture per evitare spiacevoli conseguenze o danni al proprio fisico. Meglio allora trovare qualcuno – anche un amico o un familiare – ed eseguirli possibilmente in compagnia. Rientrano in questa utilissima categoria per esempio alcuni esercizi per alleviare i fastidiosi sintomi provocati dalla cervicale infiammata.


ESERCIZI

Come eseguire la ginnastica dolce

Gli esercizi della ginnastica dolce mirano a rafforzare l’intero organismo di chi la pratica, soprattutto le zone più deboli e soggette a disturbi e patologie, come la schiena, la cervicale, il busto, la muscolatura addominale, le mani. Inoltre, è molto importante che ogni esercizio stimoli nell’anziano un senso di benessere e utilità del proprio corpo. In generale, infine, durante la ginnastica è fondamentale ascoltare il proprio fisico, assecondandone le richieste: al primo accenno di sforzo ci si può tranquillamente fermare, perché lo scopo primario di questa attività non è la ricerca del risultato, ma il contatto positivo con se stessi e con gli altri.