Fitoterapia: quali tisane e rimedi naturali
drenanti contro la ritenzione idrica

Con l’aiuto delle piante tante soluzioni

Sedentarietà, troppo sale, poca idratazione e dieta squilibrata sono tra le principali cause della ritenzione idrica, cui si aggiungono, per le donne, anche fattori collegati al ciclo mestruale, alla gravidanza e alla menopausa.
Di molto aiuto per combattere questo fastidio (da non confondersi con la cellulite, che è invece un’infiammazione del tessuto sottocutaneo) vi è certamente il praticare uno sport e mangiare in modo sano e corretto, l’aumentare l’idratazione e l’assunzione di frutta, verdure e alimenti ricchi di fibre. Se a tutto ciò si combina poi la fitoterapia, il successo è assicurato. Per eliminare i liquidi in eccesso, l’uva ursina, l’ippocastano e il tarassaco hanno spiccate proprietà diuretiche, potenziate se combinate con altre dall’eguale potere antiossidante e ugualmente ricchi di flavonoidi, come la liquirizia, la curcuma, l’erica, l’ibisco o il sambuco. Per migliorare il circolo e ristrutturare le pareti dei vasi, andando così a combattere la cellulite, molto utile è anche la barba di mais, il cui fitocomplesso stimola l’apparato urinario disintossicando in profondità.


L’equiseto combatte l’osteoporosi

Pianta molto rimineralizzante, l’equiseto è l’ingrediente segreto per tanti decotti preziosi, diuretici ma al contempo indicati per chi soffre di pressione bassa, utili a combattere la cellulite ostinata e a prevenire l’osteoporosi (contrasta la perdita di densità del tessuto osseo). L’estratto dei suoi fusti è ricco di calcio, potassio, magnesio e silicio, che rafforzano denti e unghie e hanno un potere antinfiammatorio sulle mucose della bocca.


CILIEGIE

Un frutto interamente utilizzabile

Tra i frutti detossinanti più potenti, le ciliegie, oltre ad essere buone, sono anche utilizzabili nella loro interezza.
Se la polpa infatti è diuretica e disintossicante, i peduncoli (ossia i “rametti” a cui sono attaccate) sono utilissimi per la preparazione di decotti sgonfianti e anticellulite molto efficaci. La modalità del decotto è necessaria per via della durezza dei peduncoli, i cui principi attivi sono estraibili solo così; si ottiene in questo modo un decotto ricco di potassio, magnesio, vitamina A e C, flavonoidi antiossidanti e antinfiammatori, acido malico, tannini e polifenoli.