Orientarsi nei centri Spa
tra sauna, bagno turco,
Biosauna e percorso Kneipp

Ecco come (ri)conoscere i percorsi

Per chi non è abituato a frequentare le Spa, potrebbe non essere immediato riconoscere i diversi percorsi. Ecco una guida pratica. Il Bagno turco (detto anche Hammam o bagno di vapore) consiste in una stanza all’interno della quale l’umidità notevole favorisce l’apertura dei pori e pulisce la pelle in profondità. Il bagno di vapore è quindi la tappa iniziale del percorso Spa, proprio perché prepara la pelle in modo ottimale ed è molto rilassante. La sauna si riconosce, invece, per la scarsa umidità ma per le temperature elevatissime. Non è indicata per coloro che soffrono di pressione bassa. A metà strada tra sauna e bagno turco si colloca la Biosauna, un’ambiente particolarmente indicato per le vie respiratorie o anche semplicemente per ottenere un effetto rilassante e detox. Infine, il percorso Kneipp è indipendente da tutti gli altri ambienti e si può fare in qualsiasi momento. Sfruttando vasche d’acqua a diverse temperature, si basa su semplici ma efficaci principi di idroterapia, uniti alla stimolazione della pianta del piede grazie al pavimento irregolare su cui si cammina.


Allenamento e sauna: tutti i benefici

C’è una stretta correlazione tra Spa e attività fisica: molteplici, infatti, possono essere i benefici i sauna o bagno turco soprattutto dopo aver praticato un allenamento. L’effetto principale è quello di favorire una rapida ripresa e velocizzare lo smaltimento dell’acido lattico, eliminando scorie e migliorando la circolazione periferica nonché provocando un effetto sedativo sul sistema nervoso. Inoltre, si hanno effetti benefici anche su cuore, circolazione, pelle e respirazione.


EFFETTI POSITIVI

Acque termali per combattere l’ansia

E’ scientificamente dimostrato che le acque termali hanno proprietà antidepressive dovute all’aumento del rilascio di serotonina, un neurotrasmettitore legato in maniera diretta alla sensazione di benessere. Fare il bagno nell’acqua termali (balneoterapia) comporta l’aumento del rilascio della serotonina. La balneoterapia, da sola o in associazione ad altre cure termali, poi è ampiamente utilizzata in ambito reumatologico, dermatologico ed estetico. I bagni termali, soprattutto quelli arricchiti in biossido di carbonio ed ozono, possono migliorare la circolazione venosa e capillare, risultando utili in caso d’insufficienza venosa e cellulite.