Oggi il “Mobile Health” è a portata di smartphone

In aumento download di app dedicate alla salute

La Salute Mobile, o in inglese “Mobile Health” (mHealth) è un termine usato per la pratica della medicina e sanità pubblica supportata da dispositivi mobili come i cellulari, gli smartphone, i dispositivi di monitoraggio dei pazienti e i personal digital assistants (PDAs). In questo contesto, si inserisce anche il settore delle applicazioni per dispositivi mobili sviluppate per monitorare lo stato di salute e lo stile di vita: non a caso, negli ultimi anni è più che duplicato il numero di download di app definite, in gergo mHealth App, create con lo scopo di “intervenire”, in un qualche modo, su uno o più aspetti legati all’ambito della salute. Possono essere raggruppate in due macro categorie: la prima è “Wellness”, ovvero tutte quelle applicazioni per il fitness e a sostegno di un corretto stile di vita; la seconda è “Disease & Treatment Management”, ovvero tutte quelle app utili nella gestione di una specifica patologia, che supportano tutte le fasi che vanno dalla diagnosi al trattamento e monitoraggio della stessa. (Fonte: www.vidiemme.it)


STATISTICHE

Chi utilizza le App per il benessere

I dati raccolti in Italia sul tema App e salute ci dicono che sono soprattutto le donne ad usufruire della tecnologia. La fascia di età che effettua maggiormente ricerche si colloca tra i 35 e i 44 anni (30%), seguita dagli under 35 (22%). Circa l’8% della popolazione ha ricercato, almeno una volta, delle informazioni in rete relative alla salute. Altri dati importanti riguardano gli utenti che hanno partecipato ad una discussione in forum specifici (28%), mentre il 17% si è avvalso di consulti on line rivolti agli esperti del settore. Infine, circa l’11% ha prenotato online delle visite.


Quali i vantaggi di questo tipo di tecnologia?

I vantaggi delle mHealth App possono essere molteplici: possono aiutare a migliorare la qualità della vita degli individui che desiderano mantenere uno stile di vita sano, nonché essere strumento prezioso per i pazienti in cerca di informazioni o di servizi soprattutto quando la presenza fisica di care giver, consulenti, medici o trainer è impossibile o troppo dispendiosa. In generale, poi, facilitano e velocizzano la comunicazione medico/paziente. (Fonte: www.vidiemme.it)