Abbronzatura perfetta e duratura
Come prepararsi al meglio all’estate

Esfoliare è il segreto per mantenere una pelle dorata a lungo

L’estate si avvicina: ottenere un’abbronzatura perfetta e che duri a lungo è possibile, ma non basta solo usare una buona crema solare. È importante preparare la pelle alla tintarella con una buona routine detossinante, evitando alcool, zuccheri o cibi complessi, e con alcuni trattamenti, anche in versione home-made.

Importantissimo, qualche settimana prima dell’esposizione, è esfoliare la pelle per eliminare le cellule morte che si sono accumulate durante l’inverno. Via libera allora allo scrub per eliminare gli strati superficiali dell’epidermide, lasciando la pelle morbida e pronta per i primi raggi del sole. L’importante è prestare attenzione a non effettuare esfoliazioni troppo aggressive. Meglio evitare anche di fare lo scrub lo stesso giorno dell’esposizione. L’ideale è prepararsi in anticipo, ripetendo l’operazione una o due volte la settimana, massaggiando a lungo la pelle inumidita: sul viso, insistendo in particolar modo sulla zona T, quella zona più impura che va dal mento al centro della fronte e si estende da tempia a tempia; sul corpo massaggiando con movimenti circolari dall’esterno del corpo verso l’interno.

ALIMENTAZIONE
A tavola meglio cibi ad alto contenuto di carotene per favorire la produzione di melanina


Capelli, viso e labbra: come proteggerli da sole, vento e salsedine

Via libera alle maschere per depurare e idratare

Prima di esporsi al sole, non bisogna dimenticare di preparare anche il resto del corpo: capelli, viso e labbra sono zone delicate che possono essere particolarmente stressate dall’incontro con il sole. Una buona maschera da effettuare tre volte alla settimana, meglio se con olio di argan, può proteggere i capelli dall’azione sfibrante di sole, vento e salsedine. Anche il viso ha bisogno di essere idratato dopo il freddo invernale: fare periodicamente una maschera al viso aiuta a depurare la pelle ingrigita dallo smog.

Non vanno dimenticate neanche le labbra, particolarmente vulnerabili: del semplice burro di karitè, applicato per tempo già prima delle vacanze, aiuta a nutrirle e proteggerle.


FOCUS

Esporsi al sole con il pancione?
Si, ma con qualche accortezza

I cambiamenti ormonali possono mettere a dura prova la pelle delle future mamme, un’eccessiva e scorretta esposizione ai raggi ultravioletti può aumentare il rischio della comparsa di antiestetiche macchie sulla pelle. Attenzione quindi ad usare creme solari ad elevato fattore protettivo, meglio se anche antismagliature, e ad evitare l’esposizione nelle ore centrali della giornata. Fondamentale è anche bere molto in modo da tenere idratata l’epidermide e, quando la temperatura è troppo alta, rimanere all’ombra per evitare i colpi di calore.