Cena fuori o serata in discoteca
Come festeggiare tutte insieme

C’è anche chi preferisce itinerari immersi nella natura

L’8 marzo si rivela, per molte, un’occasione per passare un po’ di tempo in compagnia delle amiche di una vita. E allora cosa fare per trascorrere una piacevole serata? Le soluzioni da prendere in considerazione possono essere davvero tante e molto dipende ovviamente dal tipo di serata a cui si ambisce. Ci sono donne che aspettano l’8 marzo per scatenarsi in discoteca in nome dei vecchi tempi, altre che prediligono soluzioni più tranquille, come per esempio una cena al ristorante o in pizzeria; altre ancora che preferiscono optare per un aperitivo, inteso come veloce “reunion”. Ci sono donne, poi, che prendono al balzo la “scusa” dell’8 marzo per organizzare delle vere e proprie gite fuori porta, con l’obiettivo di trascorrere spensierate ore in compagnia delle persone più care. Insomma non c’è altro che l’imbarazzo della scelta per festeggiare insieme! Le discoteche organizzano serate a tema e, per tutte coloro che non disdegnano l’idea di scatenarsi in pista in mezzo alla gente, questa è sempre una proposta valida. Se invece musica ad alto volume e folla non è proprio quello che si va cercando, l’idea di passare la serata chiacchierando al tavolo di un ristorante può rivelarsi la migliore. è questa un’opzione decisamente più tranquilla: niente caos, niente calca, solo buon cibo, buon vino e un ritrovo fra amiche. Ma per le fortunate che hanno più tempo a disposizione, la Festa della donna può rivelarsi anche l’occasione giusta per trascorrere un’intera giornata fuori porta o magari prendersi qualche giorno da trascorrere all’insegna del divertimento. Per chi punta al relax, la stagione può essere già buona per qualche gita in mezzo alla natura. Per chi non disdegna l’avventura, il rafting è l’idea perfetta da mettere in pratica! E per quelle donne che, invece, possono concedersi una vera e propria vacanza, l’idea di visitare qualche città, italiana o straniera, risulta essere sempre la più gettonata. Per ridurre il budget ma soprattutto i tempi di spostamento, soprattutto in caso di pochi giorni a disposizione, il consiglio da seguire è quello di puntare a una città non troppo lontana da casa, da scoprire o riscoprire con calma. In compagnia delle migliori amiche, d’altronde, il divertimento di certo non mancherà, qualsiasi sarà la meta prescelta.


Una giornata di volontariato per aiutare chi ha bisogno

Festeggiare in modo alternativo? L’8 marzo potrebbe essere anche l’occasione per fare un po’ di volontariato, magari a favore delle donne in difficoltà. è questa un’idea davvero lodevole che potrebbe rappresentare un modo originale per trascorrere la ricorrenza compiendo un gesto sicuramente apprezzabile e che possa essere di sostegno a qualcuno. Il proposito, non è difficile da realizzare: basta informarsi sulle diverse associazioni a favore delle donne che operano nella zona di riferimento e chiedere lumi per capire come rendersi utili. Il volontariato fa bene a chi lo riceve ma anche a chi lo fa se si mostra una certa sensibilità rispetto a alcuni temi, si tratta davvero dell’occasione buona da sfruttare per sentirsi persone migliori.