Bonus cultura 2020, in arrivo 500 euro
per gli studenti che sono nati nel 2001

Come fare / Per richiedere i soldi del contributo è necessario accedere al sito “18App” del Ministero dell’Istruzione e registrarsi entro il 31 agosto 2020

L’acquisto di libri per studenti incide e non poco sull’economia domestica. Per questo ci sono alcune misure utili per aiutare le famiglie meno abbienti. In particolare gli studenti del quinto anno delle scuole superiori hanno diritto al bonus cultura, ovvero un contributo di cinquecento euro riconosciuto ai giovani che compiono diciotto anni nel corso dell’anno. Il bonus cultura del 2020 è destinato ai nati nel 2001 che hanno compiuto diciotto anni nel 2019 e che possono richiedere i cinquecento euro fino al 31 agosto su 18App. Per il 2021, invece, è stato annunciato che cambierà l’importo del buono stesso che passerà dai cinquecento euro attuali ai 300 per i nati nel 2002.Attualmente il sito 18app, portale del MIUR (Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca) da utilizzare per la richiesta del buono di 500 euro, è aggiornato con i termini e le scadenze per la riscossione del bonus cultura da parte degli studenti nati nel 2001. È già possibile registrarsi fino al 31 agosto 2020, mentre i 500 euro del bonus potranno essere spesi fino al 28 febbraio 2021.


Digital

E-book, ecco perché sono convenienti

I libri sono da sempre dei grandi compagni nei momenti di tranquillità e di svago, sono presenti da sempre nella vita di tantissime persone e, oltre a divertire, aiutano a sviluppare nuove idee e a migliorare l’uso del linguaggio. Nonostante il ‘fascino’ della carta resista ancora, negli ultimi anni gli e-book hanno avuto una crescita molto forte: in pratica possono essere letti in ogni luogo, basta avere un tablet o un e-reader e il gioco è fatto. Comprare i libri digitali conviene sia perché costano molto meno di un libro cartaceo (e questo vale anche per l’editoria), sia perché sono pratici e occupano meno spazio. L’unico costo da sostenere è quello del supporto per leggerli, ma si ammortizza velocemente.


Acquisti online e manuali scolastici “usati”

Il sistema / Si possono ottenere sconti fino al 50%: attenti alla qualità

Ci sono diversi modi per risparmiare sull’acquisto dei libri per la scuola. La soluzione più veloce, anche se non sempre la più economica, è l’acquisto online: un sistema adatto alle famiglie che hanno poco tempo per girare e che sanno come sfruttare le potenzialità di computer, tablet o smartphone. Numerosi siti, infatti, applicano sconti importanti e li abbinano a spedizioni gratuite. L’opzione migliore per risparmiare sull’acquisto dei testi scolastici è quella di comprare i libri usati direttamente dagli studenti più grandi. Così facendo solitamente si spende il 50% in meno rispetto al prezzo di copertina. Se si ha tempo a disposizione si possono trovare ottimi affari a buon prezzo: l’importante è verificare le condizioni generali del libro. Un altro modo per risparmiare è quellod i recarsi nei negozi specializzati nella vendita dei libri usati oppure ai mercatini dell’usato, dove si può dare un’occhiata alla sezione dedicata ai libri di scuola. Si ricorda che in tantissimi supermercati e grandi magazzini è presente una sezione dedicata ai libri dove poter comprare i testi per la scuola con sconti che vanno dal 10% al 20% sul prezzo di copertina. In alcuni casi, infine, sono le stesse scuole che organizzano il ‘passaggio’ di mano di libri tra studenti più grandi e studenti più piccoli: un modo per evitare sprechi e per calmierare il costo dei libri.