In crescita ricavi, utili e numero di occupati

Il Gruppo Biolchim ha fatto registrare l’incremento di organico più significativo rispetto all’anno precedente (+33,7%)

di Carlo Bacchetta
e Giovanni Martinasco

Le chiamiamo curriculabili: sono le aziende tra le Top500 che crescono e investono, soprattutto in capitale umano, garantendo nuovi posti di lavoro nella provincia di Bologna e non solo. Si tratta di società di dimensioni medio- grandi (almeno 50 milioni di di fatturato e 100 dipendenti), con risultati notevolmente positivi (in utile, con un EBITDA margin di almeno il 10%) e che nel 2018 hanno incrementato maggiormente il loro organico, sia in termini percentuali, sia in valore assoluto rispetto all’anno precedente. Operano in settori tra loro molto diversi (dal tessile, abbigliamento e pelletteria, alla meccanica, dal chimico all’automotive, dai servizi al biomedicale) e abbiamo scelto di rappresentarle – come di consueto – in ordine alfabetico nella tabella sotto riportata. Le curriculabili nel 2018 hanno fatto registrare un aumento di ben 3.468 unità, in crescita rispetto al delta (3.300) registrato sul campione dell’anno precedente, con un +14,85% medio. Aumentano rispetto al 2017: i ricavi aggregati (+17,02%), il valore mediano di EBITDA (+42,41%) e gli utili aggregati (+50,15%); in controtendenza rispetto all’anno precedente la contrazione del valore mediano dell’EBIT (-8,60%). Crescono rispetto al 2017 i valori mediani degli indici di redditività degli azionisti (ROE, nel 2018 pari al 16,87%), di redditività complessiva del capitale investito (ROI, pari al 10,02%) e il dato mediano della marginalità operativa delle vendite (ROS, pari all’11,51%).
Di seguito vengono riportati i dati di crescita in termini occupazionali di alcune delle aziende del campione analizzato. Il Gruppo Biolchim, leader nella produzione e nella commercializzazione di fertilizzanti, nel 2018 ha fatto registrare l’incremento di organico, in termini percentuali, più significativo rispetto all’anno precedente (+33,7%), passando da 279 a 373 dipendenti. Nel 2018, il Gruppo ha effettuato investimenti all’estero – e in particolare in Australia – attraverso la costituzione di una nuova società, al fine di espandersi nel commercio di prodotti biostimolanti e concimi organici.
Segue – in termini di crescita percentuale – il Gruppo Caterpillar Hydraulics Italia Srl, che si occupa della produzione e della vendita di componenti per macchine movimento terra, di macchine per la compattazione, bitumatura e manutenzione strade, nonché della produzione di tubi in gomma per applicazioni idrauliche, automobilistiche e industriali. L’incremento di organico registrato, pari a 237 unità (+26% rispetto al 2017) è dovuto all’acquisizione della società ECM S.p.A., specializzata principalmente nella fornitura di sistemi avanzati per il Gruppo Ferrovie dello Stato.
Il Gruppo Coesia, leader nella costruzione di macchine automatiche e materiali di imballaggio, soluzioni di processo industriale e ingranaggi di precisione, si conferma al primo posto sia per numero di dipendenti, sia per incremento delle unità in termini assoluti (+553 unità). L’aumento è da attribuirsi ad acquisizioni in Europa e nel mondo, finalizzate a consolidare la posizione nel settore. In continuità con gli anni precedenti, il settore maggiormente rappresentato all’interno del campione delle curriculabili è quello del comparto meccanico, con particolare orientamento alla produzione di macchine automatiche, macchinari industriali e automotive. Risultano inoltre in espansione il settore chimico e l’offerta di servizi finanziari.