CURRICABILI

ECCO LE IMPRESE CHE HANNO INVESTITO DI PIÙ IN RISORSE UMANE

Da W.P. a Interpump, da Crif a Ima
Le aziende si aprono a nuove leve

di CARLO BACCHETTA e GIOVANNI MARTINASCO

SONO diventate ormai un approfondimento fisso all’interno delle Top500 bolognesi, le chiamiamo curriculabili e sono le aziende di dimensioni medio-grandi (almeno 50 milioni di euro di fatturato e 100 dipendenti), con risultati reddituali e finanziari notevolmente positivi (in utile, con un EBITDA margin di almeno il 10%) e che nel 2016 hanno incrementato maggiormente il loro organico, sia in termini percentuali, sia in valore assoluto rispetto all’anno precedente. Si tratta di imprese estremamente dinamiche che crescono sia per linee esterne che interne, quest’ultime, più delle altre, hanno beneficiato degli sgravi contributivi previsti all’interno del ‘Bonus assunzioni’ della Legge di Stabilità 2016. Operano in settori tra loro molto diversi: dal biomedicale al tessile, dalle macchine automatiche al commercio al dettaglio, fino all’automotive; abbiamo scelto di rappresentarle nella tabella sotto riportata in rigoroso ordine alfabetico.

LE CURRICULABILI nell’ultimo esercizio sono cresciute non solo nel numero dei dipendenti, che è aumentato di oltre 3.800 unità (+17,83% rispetto al 2015), ma anche sotto il profilo economico. I ricavi aggregati delle curriculabili infatti aumentano rispetto all’anno precedente del 13,97% e raggiungono i sei miliardi e mezzo, mentre l’Ebitda aggregato supera il miliardo (+12% rispetto al 2015). Di seguito vengono riportati i dati di crescita in termini occupazionali di alcune delle aziende del campione analizzato. W.P. Holding S.r.l., che svolge attività di produzione e commercializzazione di prodotti di abbigliamento a marchio ‘Woolrich’, è la società che nel 2016 ha fatto registrare l’incremento di organico, in termini percentuali, più significativo rispetto all’anno precedente (+204%), passando da 99 a 301 dipendenti, conseguenza di una serie di operazioni finalizzate a rafforzare ed espandere il business nel mercato europeo e nord-americano. Seguono in termini di crescita su base annua Interpump Hydraulics S.p.A., attiva nel comparto meccanico, che nel 2016 riporta un incremento di 191 unità (pari a +172% rispetto al 2015) e Crif S.p.A. (+43,28% e un incremento di 899 unità, il dato più alto in termini di scostamento in valore assoluto), che continua nel suo percorso di espansione globale e di ampliamento nei servizi di informativa sul credito offerti alla clientela.

ANCORA una volta all’interno del campione il Gruppo Ima, fra i leader mondiali nella costruzione di macchine automatiche per il packaging, che nel 2016 si conferma tra le curriculabili quella con il maggior numero di dipendenti (5.109, in crescita del 11,65% rispetto al 2015). Le società qui riportate rappresentanola forza trainante dell’economia bolognese, che storicamente si è distinta per qualità e innovazione. Nel 2016 le aziende curriculabili, hanno dato occupazione a migliaia di persone, soprattutto a diplomati in istituti tecnici e ingegneri neo-laureati, al fine di mantenere posizioni di leadership a livello globale e affrontare al meglio il cambiamento tecnologico che si prospetta.

2017-12-07T16:27:21+00:00Argomento: ECONOMIA|