Ecobonus, detrazione al 65%
per risparmio energetico

Riqualificazione / Obbligo comunicazione Enea per la detrazione

La detrazione del 65% degli interventi di riqualificazione energetica sulle singole unità immobiliari spetta per:
RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA: spesa massima euro 153.846,15 – limite detrazione 100.000
INTERVENTO INVOLUCRO: spesa massima euro 92.307,69 – limite detrazione 60.000
PANNELLI SOLARI-COLLETTORI SOLARI: spesa massima euro 92.307,69- limite detrazione 60.000
SOSTITUZIONE IMPIANTI CLIMATIZZAZIONE INVERNALE: spesa massima euro 46.153,84- limite detrazione 30.000
DISPOSITIVI MULTIMEDIALI PER CONTROLLO DA REMOTO
MICRO-COGENERATORI: spesa massima euro 153.846,15 – limite detrazione 100.000
La detrazione spetta nella misura del 70-75% in caso di interventi sull’involucro (70) o per riqualificazione energetica (75) delle parti comuni degli edifici condominiali esistenti.
La detrazione spetta nella misura dell’80-85% in caso di interventi sulla riqualificazione energetica e riduzione di una classe di rischio sismico (80) o per riqualificazione energetica e riduzione di due classi di rischio sismico (85) delle parti comuni degli edifici condominiali esistenti.
OBBLIGO COMUNICAZIONE ENEA, rilevante ai fini della detrazione!!

A cura del CAF di Cna Bologna – www.bo.cna.it


Schermature

Infissi e climatizzazione

La detrazione spetta poi nella misura del 50% per infissi e schermature solari: limite di spesa euro 120.000 -limite detrazione 60.000 e per la sostituzione di impianti di climatizzazione invernale con caldaie a condensazione e a biomasse: limite di spesa euro 60.000 – limite detrazione 30.000.
Ai fini della detrazione, è obbligatoria la comunicazione all’ENEA.


Limiti reddituali previsti
per familiari a carico

Novità / Limite elevato a 4.000 euro per figli entro i 24 anni

Tutti i familiari con reddito inferiore ad euro 2.840,51 sono considerati a carico. A decorrere dall’1 gennaio 2019 il limite di reddito è elevato a 4.000 euro per i figli di età non superiore a 24 anni. Ogni contribuente che abbia dei familiari a proprio carico può godere di un beneficio fiscale al momento della dichiarazione annuale dei redditi. Sono considerati a carico: – il coniuge non legalmente ed effettivamente separato; – i figli anche adottivi, gli affidati; – gli altri familiari (genitori, generi, nuore, suoceri, fratelli e sorelle), a condizione che siano conviventi con il contribuente. Il coniuge è a carico se non è legalmente ed effettivamente separato, e la detrazione spetta nella misura massima di € 690,00. La detrazione per figli a carico compete a ciascuno dei genitori nella misura del 50 % e non può essere ripartita liberamente fra i due soggetti.