Anche investire piccole sommeda 5 a 50 euro è possibile

Diversi strumenti a disposizione… a misura di ogni tasca!

Siamo abituati a pensare che quando si parla di investimenti, si tratti sempre di grandi cifre.Il mondo della finanza appare come qualcosa di molto difficile lontano, a solo appannaggio di persone particolarmente abbienti e di professionisti del settore.Spesso, in effetti, è così, ma anche chi può contare su risparmi molto contenuti ha la possibilità di investire in base alle sue possibilità. Ad esempio, esistono numerose forme di investimento già a partire dai 50 euro se non addirittura cifre inferiori: strumenti, qundi, alla portata davvero di tutti.Una delle possibilità più semplici tra quelle a disposizione è probabilmente l’apertura di un conto deposito. Solitamente è un tipo di conto con ridotta possibilità di operazioni e un vincolo temporale sulle somme versate. Si tratta quindi di un conto di investimento, diverso rispetto al “tradizionale” conto corrente.I titoli di Stato, invece, hanno 1.000 euro come taglio minimo, ma optando per i buoni postali ordinari, la soglia si abbassa a 50 euro, divenendo decisamente più abbordabili e rimanendo ugualmente garantiti dallo Stato.—Molto spesso investire una piccola cifra si addice anche alle esigenze di un minore. Spesso si tratta del caso in cui nonni o genitori intendono resposabilizzare il figlio o il nipote con un regalo sicuramente particolare come quello di un piccolo investimento. C’è da sapere che su questo fronte esistono strumenti specifici che permettono solitamente rendimenti più elevati rispetto a quelli ordinari. Un piccolo approfondimento lo meritano anche gli ETF, acronimo di Exchange traded funds. Gli ETF non sono altro che sono fondi comuni e vengono negoziati sul segmento di Borsa italiana Etf Plus; la loro caratteristica è quella di poter essere comprati e venduti sul mercato esattamente come succede per le azioni.è possibile acquistarli già a partire da cifre molto basse, anche meno di 50 euro. Occorre però conoscere bene i costi legati al proprio conto corrente perché in mancanza di un conto titoli dal costo zero, difficilmente potrà risultare conveniente l’investimento in ETF. I costi di compravendita, infatti, rischiano quasi sicuramente di vanificare il guadagno che si auspica con l’investimento.Esistono infine vere e proprie “nuove frontiere” dell’investimento con importi molto, molto limitati, già a partire dai 5 euro. Rientrano in questa categoria i servizi di alcune applicazioni per smartphone del settore. Una di queste app è Gimme5 (5gimme5.acomea.it), che si presenta come un modo per aiutare ad accumulare risparmi nel tempo, con la possibilità di scegliere quanto versare o anche attivare meccanismi automatici. www.altroconsumo.it


Le app che ti aiutano a gestire al meglio il denaro

Se è vero che iniziano a farsi strada applicazioni che permettono di effettuare direttamente degli investimenti, lo è altrettanto che ne esistono già numerose per aiutare a gestire al meglio il proprio denaro.L’obiettivo è cercare di ottimizzare le proprie finanze, che siano personali o si intendano familiari. Insomma, anche per il tradizionale bilancio familiare, fino ad oggi redatto utilizzando spesso una semplice agenda o un ancor più semplice quaderno, entra in campo la tecnologia.A fare la forza di questo tipo di applicazioni sono anche interfacce particolarmente intuitive e impostazioni personalizzabili.L’obiettivo è spesso anche quello di capire dove poter “tagliare” e le app sono strumenti utili.