Centro medico specialistico,
al fianco delle famiglie
nelle sfide della sanità

Da odontoiatria e psicologia, soluzioni per tutti

PRENDERSI cura della salute delle persone e della famiglia, con un occhio di riguardo a bambini, anziani e disabili. Questo il filo conduttore dell’attività del Centro medico specialistico bolognese, struttura che si occupa di cure odontoiatriche e ortodontiche per adulti e bambini, ma anche pediatria, medicina specialistica, psicologia. «Oggi le famiglie sono spesso in difficoltà nell’orientarsi nella sanità pubblica e privata. Così un gruppo di imprenditori illuminati ha investito nella sanità privata e ha lanciato il Centro medico», si spiega dal centro guidato dall’imprenditore Alessandro Scorzoni (foto). Forte di un’esperienza di 25 anni in odontoiatria e ortodonzia, il Cmsb con nove ambulatori tra Bologna e provincia è una delle più grandi reti in Regione nel settore dentale: vi collaborano oltre 100 professionisti, che grazie a specializzazioni diversificate, fanno fronte a qualsiasi problema. «Uno dei settori più sensibili è quello della disabilità (odontoiatrica e ortodontica), che richiede mezzi e competenze sinergiche – si illustra –. Lo stesso vale per l’ortodonzia nel bambino, che talvolta chiede il supporto di logopedia e posturologia-osteopatia». Il Centro si prende cura ogni anno di 1.500 bambini, guidandoli anche nell’educazione all’igiene, all’alimentazione e alla cura di sé; questa è l’unica struttura accreditata del Bolognese nell’odontoiatria con il servizio sanitario nazionale. Ma a oggi il Cmsb ha sviluppato anche nuovi servizi medici divisi per età, esigenze e genere, con visite specialistiche in ambulatorio e a domicilio. Da un anno è nato un servizio privato di pediatria (da affiancare a quello pubblico), con tutte le specialistiche e servizio a domicilio dal lunedì al sabato. A suo supporto, sono nati i servizi di psicoterapia per adulti e bambini, fondati sull’ascolto e se necessario sull’interazione con specialisti.

BAMBINI E ANZIANI
In via Berti il punto prelievo ‘senza dolore’ è pensato soprattutto per i più piccini.
E un super team sostiene parenti di anziani malati.

Il Cmsb svolge anche una funzione informativa sanitaria gratuita su tematiche sanitarie di attualità. Altro servizio è il ‘team medico-psicologico-infermieristico’ a sostegno delle malattie della terza età, che offre anche un supporto medico e psicologico alle famiglie di anziani affetti per esempio da malattie degenerative. In via Berti è aperto il punto prelievo ‘senza dolore’, pensato soprattutto per i bambini: il servizio sarà disponibile anche a domicilio su appuntamento. «Il nostro è un progetto ambizioso, impossibile senza partnership con altre strutture private convenzionate per offrire servizi diagnostici a prezzi convenzionati e in tempi rapidi». In ottica di prezzi, ora c’è la ‘Family Card’, che offre controlli gratuiti e consulenze sui referti di analisi, garantendo promozioni e sconti sui servizi medici, prezzi convenzionati con altre strutture e sconti nelle farmacie aderenti.


«Così studiare diventa facile»

Ripetizioni dagli 11 ai 25 anni con Matemagia

IL GRANDE cruccio degli studenti (e famiglie) trova una soluzione semplice in poche mosse: ripetizioni comode ed efficaci, anche a domicilio. Ed ecco che anche gli esami dell’ultima sessione universitaria, quelli di riparazione o i recuperi delle vacanze diventano a portata di mano.

Simone Baldi, ideatore di Matemagia e amministratore delegato di FormaMentis, ci racconti il vostro lavoro.

«La nostra iniziativa nasce nel 2012, e… (si interrompe, ndr) Scusi, sono appena entrato in ufficio e sulla scrivania della segreteria c’è un mazzo di fiori con un biglietto da parte di un genitore di un nostro allievo. Seppure il mio ruolo mi imponga un certo distacco, dà soddisfazione vedere come il nostro lavoro faccia del bene alle persone, in un certo senso…”.

A cosa si deve tutto questo affetto?

«L’idea di fondo è un approccio innovativo: dare ripetizioni private ‘strutturate’, non basate sull’iniziativa di singoli che vogliono arrotondare nel tempo libero. Fonti istituzionali e ricerche attestano che nel 2017 il business delle ripetizioni contasse un sommerso oltre il miliardo di euro. Noi, in sette anni, abbiamo aperto quattro sedi in Italia – Bologna, poi Firenze, Milano e Torino, con il brand Matemagia – e, nel nostro piccolo, negli ultimi quattro anni scolastici abbiamo assistito circa tremila ragazzi, per un totale di 120mila ore di lezioni private”.

Qual è il segreto?

«Un servizio apprezzato perché comodo – diamo ripetizioni a casa o nella sede di via San Vitale 38 – e offerto in maniera competente, anche nella ricerca dei dettagli e nella scelta di docenti selezionati, tutti giovani laureati nella materia che insegnano”.

Quanti insegnanti avete?

«Un’ottantina, di cui poco meno di una decina a tempo indeterminato. Anche questo aspetto è importante: offriamo lavoro a giovani laureati ad alto potenziale, laureati triennali in procinto di conseguire la magistrale e professionisti con la passione della didattica. Negli ultimi anni il 43% delle retribuzioni sono state erogate a under 30 alla prima occupazione stabile”.

Come li scegliete?

«Con una selezione psico-attitudinale, a cura delle risorse umane, e in base alle loro competenze tecniche, con un colloquio mirato”.

Come si svolge il servizio?

«Si possono chiedere lezioni ‘spot’, in preparazione a un compito o a un esame, od organizzare un percorso personalizzato con garanzia di continuità didattica. Siamo aperti 360 giorni l’anno e serviamo tutte le materie, avendo cura di tarare il monte ore sull’allievo; il pagamento è tracciato a fine mese secondo la normativa applicabile agli enti esercitanti ex presa d’atto del Ministero, come il nostro”.

D’estate avrete particolarmente da fare…

«Stiamo lavorando sui recuperi dei debiti scolastici e sulla preparazione dei test d’ingresso delle principali università: l’anno scorso abbiamo ottenuto il 98,6% di ragazzi promossi agli esami di riparazione, quest’anno l’81,2% di promossi a giugno”.

A quali studenti vi rivolgete?

«Le ripetizioni si declinano dagli 11 ai 25 anni: per i ragazzi delle medie c’è particolare attenzione all’acquisizione del metodo di studio, per le superiori solitamente l’approccio è più tecnico e improntato sulla qualità della docenza, nostro fiore all’occhiello”.