Home office, ecco come trasformare
un angolo di casa in un piccolo ufficio

L’idea / Se l’immobile è piccolo puntate su soluzioni “intelligenti” come i ripiani scorrevoli a scomparsa

Un’idea molto funzionale per i liberi professionisti è l’home office: uno spazio in casa in cui creare una postazione di lavoro. Questo permetterebbe di risparmiare molti soldi di utenze e fitti passivi, ma allo stesso tempo di avere uno spazio intimo e isolato in cui rifugiarsi quando si è immersi nel lavoro. Per chi ha la possibilità, la cosa migliore da fare è destinare una stanza della propria abitazione a ufficio o laboratorio. In questo caso le idee di arredo sono veramente tante e tutte molto funzionali: tavoli, librerie, mobili porta computer e mensole su cui allocare stampanti e modem. La gran parte di queste idee è low cost: basta studiare bene gli spazi di cui si dispone e intervenire. Tale scelta è funzionale sia per i liberi professionisti che hanno bisogno di un ufficio, sia per gli artigiani che vogliono un laboratorio in cui rifugiarsi per le proprie creazioni: basti pensare ai banconi per i sarti o le postazioni per i lavori di cesello o di intaglio. 
Chi non ha a disposizione una stanza da trasformare in ufficio può puntare sulle soluzioni salvaspazio disponibili. Una scrivania, infatti, può essere ricavata con un piano estraibile. Far realizzare un vano scorrevole a scomparsa è l’idea migliore per recuperare un angolo in cui poter studiare o lavorare. Per organizzare al meglio la postazione una lampada da terra tornerà utile durante le ore serali.


Tendenze

Area allestita per potersi concentrare

Puoi indossare ciò che vuoi, sceglierti il tuo orario e non spostarti più per andare al lavoro: le persone che lavorano da casa sono oggetto d’invidia da parte di tutti coloro che sono costretti a recarsi in ufficio ogni giorno. Negli ultimi anni l’home working è aumentato a dismisura e in tempi di coronavirus è praticamente necessario. Questo sistema già molto diffuso negli Stati Uniti e in Gran Bretagna, sta trovando il suo spazio anche in Italia. Ecco perché è fondamentale organizzarsi al meglio e avere uno spazio domestico in cui poter essere produttivi al massimo. Affinché l’home working funzioni, infatti, è studiato che bisogna avere un’area in cui potersi concentrare senza eccessive distrazioni e in cui poter allestire un computer e un punto internet. 
Una ricerca della società di consulenza Boston Strategy Analytics ha stimato che la forza lavoro remota globale sarebbe cresciuta da circa il 38,8% di tutti i dipendenti nel 2016 al 42,5% nel 2022. Un altro studio, infine, mostra che un terzo dei dipendenti lavorerà da casa entro dieci anni.


Progetti

Idee semplici e “low cost” per uno studio unico e funzionale

Gli appartamenti di oggi sono sempre più piccoli ed essenziali: poche stanze e spazi conviviali appena sufficienti. Nonostante i pochi spazi a disposizione è possibile realizzare uno studio. Un’idea potrebbe essere quella di utilizzare una nicchia del corridoio per trasformare uno spazio di passaggio in una postazione di lavoro. Considerando la profondità ricavabile, sarà possibile creare uno spazio anche per un pc fisso corredato da mensole utili per gli accessori da collegare ma anche per riporre libri e quant’altro. La base d’appoggio del computer può essere realizzata con una semplice mensola o un cassetto così da avere spazio aggiuntivo. Una bella idea a ‘buon mercato’. In molti casi l’unico punto in cui posizionare un computer in casa è il living in cui ricade la cucina. Certamente non può essere considerato l’ambiente più idoneo, quindi per evitare che tra vapore e schizzi il monitor resti intatto, meglio riporlo al chiuso, creando uno spazio ad hoc con anta richiudibile. Per chi vive in un monolocale o deve ricavare il proprio home office nella zona notte la soluzione può essere rappresentata da un letto a scomparsa con la scrivania integrata sul frontale. Il contenitore da chiuso appare come un normale mobile con piano scrivania. All’occorrenza si può aprire e trasformare in una postazione notte. La scrivania scende sotto la rete del letto rimanendo sempre parallela al pavimento e offrendo un ulteriore piano d’appoggio sui cui riporre piccoli oggetti.Ultimo suggerimento per l’allestimento dell’angolo di lavoro: non sottovalutate l’importanza della sedia che dovrà essere confortevole ed ergonomica, meglio se con schienale e braccioli regolabili in altezza.