Quando e come presentare domanda
di adesione all’elenco dei destinatari

L’istanza deve essere inoltrata solamente per via telematica

Ci sono tempi e modi ben precisi per iscriversi negli elenchi dei beneficiari del 5 per mille. La domanda deve essere presentata esclusivamente per via telematica, secondo le scadenze fissate di anno in anno dall’Agenzia delle entrate (di solito entro la prima settimana di maggio), direttamente dai soggetti interessati – abilitati ai servizi Entratel o Fisconline – o tramite gli intermediari abilitati alla trasmissione telematica delle dichiarazioni. Per la compilazione va utilizzato lo strumento informatico “Domanda 5 per mille” disponibile sul sito web dell’Agenzia delle entrate. A fronte della domanda di iscrizione correttamente presentata e accolta dal sistema, viene rilasciata un’attestazione di avvenuta ricezione riportante anche l’indicazione della denominazione e della sede del soggetto iscritto come risulta negli archivi dell’Anagrafe Tributaria. Qualora i dati del rappresentante legale che ha sottoscritto la domanda siano diversi da quelli del rappresentate legale, la ricevuta segnala la difformità e in tal caso il rappresentante è chiamato a regolarizzare la posizione.


DA SAPERE LE DIVERSE PARTI DI CUI SI COMPONE IL MODULO DA RIEMPIRE

Indispensabile l’indicazione del codice fiscale

Il modello per l’iscrizione nell’elenco dei soggetti che intendono partecipare al riparto della quota del 5 per mille è composto dal riquadro relativo al tipo di comunicazione, dal riquadro relativo ai dati dell’ente, da due sezioni (la prima relativa agli enti del volontariato, la seconda alle associazioni sportive dilettantistiche), dal riquadro contenente i dati identificativi del rappresentante legale, dal riquadro per i recapiti dell’ente e da quello relativo all’impegno alla presentazione telematica da parte dell’intermediario. Nel primo riquadro il soggetto interessato deve indicare di voler effettuare la domanda di iscrizione nell’elenco degli enti del volontariato o nell’elenco delle associazioni sportive dilettantistiche, barrando la corrispondente casella. Deve essere sempre indicato il codice fiscale, la denominazione e la sede legale dell’ente. Non vengono accolte le domande che contengano codici fiscali non registrati o non più attivi negli archivi dell’Anagrafe Tributaria.


LA PROCEDURA

Possibile correggere eventuali
errori nella compilazione

L’elenco degli enti del volontariato e quello delle associazioni sportive dilettantistiche sono formati sulla base delle domande di iscrizione presentate e accolte dal sistema. Gli elenchi degli enti iscritti vengono pubblicati sul sito dell’Agenzia delle entrate. Per ciascun soggetto è riportata l’indicazione della denominazione, del codice fiscale e della sede. Le correzioni di eventuali errori contenuti possono essere richieste dal legale rappresentante del soggetto richiedente ovvero da un suo incaricato munito di formale delega, presso la Direzione regionale dell’Agenzia delle entrate.