Orogel Fresco

Digital Paper: MACFRUT

Un triennio di investimenti per la qualità dei prodotti e la tutela degli associati

Orogel Fresco, strategia dell’innovazione

È UN TRIENNIO importante per Orogel Fresco, caratterizzato da innovazioni e investimenti, quello che si è aperto nel 2018. A confermarlo è il direttore, Mauro Battistini, che spiega: «Oggi, un’azienda dinamica, attiva che ha voglia di mettersi in discussone per affrontare le sfide del domani deve seguire due direttrici fondamentali: da una parte è chiamata a tutelare gli imprenditori associati, dall’altro deve essere in grado di acquisire sempre maggiore forza per essere presente nelle principali catene distributive italiane ed europee. Alla luce di tali considerazioni, Orogel Fresco si è mossa su diversi piani: in campagna ha investito su nuove varietà e strategie, al contempo si è concentrata sull’adozione di tecnologie avanzate, in particolare quelle necessarie alla produzione di piccole confezioni per la fascia alta».

«IN OGNI caso – prosegue il direttore Battistini – l’investimento più importante, per 10 milioni di euro, è quello dedicato alla creazione di 16 nuove celle di conservazione che, adottando un innovativo sistema di conservazione, permettono di mantenere inalterata la qualità della frutta anche per 8 o 9 mesi, senza l’uso di alcuna sostanza chimica conservante. Si tratta di una tecnologia che si basa sulla riduzione dell’ossigenazione delle celle stesse che sono, infatti, tutte a tenuta stagna e dotate di pannelli lavabili. Una volta stoccata la frutta al loro interno, proprio grazie alla tenuta stagna, il prodotto va quasi in apnea, e vive con un apporto molto ridotto di ossigeno che è il principale responsabile della sua ossidazIone. Le nuove celle, che si sviluppano su un’area di 4000 metri quadrati, accanto allo stabilimento di Longiano, hanno una capacità di stoccaggio di circa 50mila quintali, che si aggiungono agli altri 150mila e consentiranno, una volta entrate a regime, presumibilmente entro il prossimo agosto, di razionalizzare e specializzare il lavoro. Fondamentalmente, anche grazie a questo investimento, a Longiano verranno stoccate, a seconda delle stagioni, pere (inverno) pesche, nettarine e albicocche (estate), mentre a Forlimpopoli verranno trattate solo pere, pesche e nettarine di alta qualità (in estate) e kiwi (in inverno). Il nuovo sistema di conservazione costituisce, in sostanza, una grandissima rivoluzione poiché ci consente di essere presenti per 12 mesi all’anno sul mercato con un prodotto buono da mangiare e caratterizzato dalla giusta durezza che ne esalta al massimo qualità».

OROGEL è una delle realtà produttive più importanti in Italia, opera a 360 gradi nel settore agro industriale. La sua base sociale vede la presenza di soci produttori specializzati nella coltivazione e lavorazione di frutta e verdura, di
strutture di trasformazione che producono e commercializzano i migliori prodotti ortofrutticoli freschi e trasformati coltivati nelle zone più vocate d’Italia con sistemi di produzione integrata e biologica.
«L’ATTIVITÀ di Orogel Fresco, anche per il prossimo futuro – commenta il presidente Eraldo Mastini – è volta a potenziare le produzioni per i soci attuali mentre valuta, di volta in volta, la possibilità di crescere anche all’esterno,
ossia accettando nuovi soci, in zone vicine a quelle dove già stiamo operando. Infine, per il biennio 2019/2020, ci concentreremo a perfezionare la logistica in funzione dell’aumentata capacità commerciale assicurata dalle nuove
celle. Ciò, se da un lato ci consentirà di razionalizzare al meglio l’impiego del personale, ci porterà, a seconda delle stagionalità produttive, a una prospettiva di crescita anche sul fronte delle risorse umane. Infine desidero ricordare,
che abbiamo adottato da tempo le più attuali tecnologie in termini di sicurezza per i nostri lavoratori».

PROMUOVERE abitudini alimentari sane ed equilibrate attraverso il consumo di frutta e verdura: è questo l’obiettivo del progetto europeo Frutta nelle Scuole, che vede protagonista Orogel Fresco nella distribuzione gratuita di prodotti ortofrutticoli alle scuole primarie di alcune regioni d’Italia. Orogel Fresco ha deciso da subito di prendere parte a questo ambizioso e importante progetto, distribuendo, nelle prime due annualità, agli alunni delle scuole di
Campania, Basilicata, Abruzzo, Molise e Puglia alcuni dei prodotti provenienti dalle migliori colture italiane. Fragole albicocche, pesche, pere, mele, arance, clementine, pomodorini, carotine baby, e spremute.

Conservazione

Orogel Fresco ha investito dieci milioni di euro nella realizzazione di sedici nuove celle di conservazione
per la frutta.

Qualità inalterata

Le celle di nuova concezione mantengono inalterata la qualità della frutta fino a nove mesi senza l’uso di alcuna sostanza conservante.

2018-05-09T12:53:26+00:00Argomento: ECONOMIA|Speciale |