Previdenza, assegni coniuge
e colf sono deducibili

Welfare / Baby-sitter, assistenza anziani e familiare

Ecco le più richieste tra le deduzioni previste dalla normativa direttamente deducibili dal reddito complessivo del contribuente.
Contributi previdenziali e assistenziali:
contributi previdenziali e assistenziali obbligatori e volontari versati all’ente pensionistico (anche se sostenuti per i familiari fiscalmente a carico);
contributi agricoli unificati, CAU, per la propria posizione (esclusi quelli versati per i propri dipendenti).
Assegni periodici corrisposti al coniuge:
separato legalmente o divorziato, esclusa la quota di mantenimento dei figli (se non specificato, si presume 50%) NON si deducono gli importi versati una tantum.
Contributi per addetti ai servizi domestici e familiari:
contributi previdenziali e assistenziali obbligatori per la parte a carico del datore di lavoro privato versati per gli addetti ai servizi domestici ed all’assistenza personale e familiare (assunti come dipendenti) Colf, baby-sitter, addetti all’assistenza degli anziani, ecc… Importo massimo 1.549,37 euro.


Ripetizioni

Compensi per lezioni private

A decorrere dal 1° gennaio 2019, ai compensi derivanti dall’attività di lezioni private e ripetizioni, svolta dai docenti titolari di cattedre nelle scuole di ogni ordine e grado, si applica un’imposta sostitutiva dell’imposta sul reddito delle persone fisiche e delle addizionali regionali e comunali con l’aliquota del 15%, salva opzione per l’applicazione dell’imposta sul reddito nei modi ordinari.


Persone con disabilità, le spese deducibili

Importanti / Le spese mediche generiche e di assistenza specifica

Tra gli oneri deducibili, sono molto importanti le spese mediche generiche e di assistenza specifica per le persone con disabilità. In questa voce, sono compresi anche tutti i medicinali acquistati durante l’anno.
Sono oneri deducibili anche i costi per l’assistenza infermieristica e riabilitativa; così come l’assistenza diretta alla persona o assistenza di base.
In questa categoria rientrano anche l’assistenza per l’attività di animazione e/o terapia occupazionale e le attività assistenziali di nucleo. Infine, sono considerati oneri deducibili i costi per l’assistenza svolta con la qualifica di educatore professionale.

A cura del CAF di Cna Bologna www.bo.cna.it