Al Teatro

Digital Paper: Befana

Al Teatro Municipale Valli Torna a grande richiesta “Mamma Mia! Il Musical”

Lo spettacolo porta sul palco un cast tutto italiano

Torna, a grande richiesta e fuori abbonamento, il “Mamma Mia!”, il musical ambientato in un’incantevole isola greca incorniciato dalle canzoni originali degli Abba tradotte in italiano e interpretate da un cast eccezionale di oltre 30 artisti. Divertente e romantico, da quasi 20 anni l’appassionante storia della giovane Sophie, che alla vigilia del matrimonio realizza il proprio sogno di essere accompagnata all’altare dal padre che non ha mai conosciuto prima, riscuote consensi e sold out in tutto il mondo. Questa commedia musicale adatta a tutti ritorna a grande richiesta al Teatro Municipale Valli e riporta sul palcoscenico un team esclusivamente italiano, che ha realizzato tutto lo spettacolo, dalla regia alle scenografie, dalle coreografie ai costumi, traducendo integralmente i dialoghi e le 24 canzoni degli Abba suonate dal vivo dall’orchestra. Un grande allestimento che unisce le nuove tecnologie alla magia meccanica del teatro, una storia leggera ma non banale, ironica e delicata, che racconta l’amore. Tre volti del piccolo e grande schermo amatissimi dagli spettatori italiani e già affermati anche nel Musical, saranno i protagonisti maschili: nei panni dei “probabili” papà di Sophie, arriveranno Luca Ward (My Fair Lady, Tutti Insieme Appassionatamente), Paolo Conticini (Vacanze Romane) e Sergio Muniz (The Full Monty), nei personaggi che nel film vennero interpretati da Pierce Brosnan, Stellan Skarsgard e Colin Firth.


Palazzo Magnani: otto stanze, otto storie

“La vita materiale” è l’esposizione ospitata dalla Fondazione Palazzo Magnani che presenta la ricerca di otto artiste italiane – Chiara Camoni, Alice Cattaneo, Elena El Asmar, Serena Fineschi, Ludovica Gioscia, Loredana Longo, Claudia Losi, Sabrina Mezzaqui – accomunate dall’impiego e rigenerazione di materiali umili che trovano un originale spazio nel loro lavoro artistico. La mostra offre interessanti connessioni con l’antologica che Palazzo Magnani dedica, in contemporanea, a Jean Dubuffet. Lo spettatore è invitato a scoprire otto habitat, otto ambienti a cui ogni artista ha dato un titolo; stanze come bozzoli, in cui ognuna di loro ha proposto il proprio mondo, il lavoro nello studio e in cui appare chiaramente come la materia, nei suoi processi di trasformazione, sia qualcosa di “organico” e vitale.


VISITE

Alla scoperta dei presepi più belli

Reggio Emilia e le località dei dintorni si riempiono di rappresentazioni sacre fino al periodo di inizio anno. Dai presepi allestiti nelle chiese e negli spazi pubblici a quelli viventi o a cielo aperto, c’è solo l’imbarazzo della scelta. Qualche esempio da segnare in agenda fino al giorno dell’Epifania? Nella sola città di Reggio Emilia l’attenzione è sul Presepe della Ghiara (Basilica della Ghiara, corso Garibaldi, 44), il Presepe dei Frati Cappuccini (Chiesa dei Frati Cappuccini, via Ferrari Bonini, 2), il Presepe vivente ovvero la rappresentazione in corteo dalla Basilica di San Prospero alla Cattedrale. Bastano pochi chilometri e raggiungere San Martino in Rio per la XIV Festa dei Presepi con più di 120 opere in mostra. E poi, a Brescello, in località Lentigione, il Presepio artistico con la rappresentazione della vita di Gesù in una piccola galleria per appassionati di presepistica. A Castelnovo di Sotto prende invece forma il Presepe in stile napoletano del 700 alla Chiesa della Madonna della Misericordia di piazza Prampolini. E Montecchio Emilia, in località Villa Aiola, allestito un percorso tra le vie del paese per vivere da vicino l’Epifania.
Info su www.comune.re.it

2019-01-03T17:01:56+00:00Argomento: FAMIGLIA|Speciale |