Case efficienti e spese ridotte: soluzioni
per rispettare l’ambiente e tagliare i costi

E fino al 31 Dicembre, detrazioni IRPEF fino al 50% per le caldaie

Per risparmiare sul consumo del riscaldamento le soluzioni si moltiplicano: impianti a irraggiamento, pannelli solari, stufe a pellet per esempio. Riscaldare la casa ammortizzando i costi è possibile, ma anche per chi ha già un classico impianto a gas e non ha in previsione di sostituirlo, qualche trucco c’è. In primo luogo, non è necessario impostare la temperatura su climi tropicali. L’eccessivo caldo, infatti, crea problemi alla salute: un giusto compromesso tra salute, portafoglio e ambiente è quello di tenere durante il giorno la temperatura tra i 19 e i 20 gradi. Anche se ci sono bambini o anziani. Superare i 24 gradi può essere pericoloso per la loro salute. Non possiamo dimenticare, poi, che un solo grado in più fa aumentare i consumi dell’8%. In più, assicurarsi che porte e finestre non abbiano spifferi: per non incorrere in cattive sorprese, infatti, sulle bollette è necessario verificare se la propria abitazione è a tenuta termica sia d’inverno che d’estate. Un edificio male isolato fa aumentare le spese sia per il riscaldamento invernale che per il condizionamento estivo, perché disperde il calore attraverso le finestre, le pareti, i solai ed il tetto. Altro accorgimento è distanziare dal terreno la base dell’edificio per evitarne il contatto diretto e sostituire i serramenti di vecchio tipo con doppi vetri. L’intercapedine tra i due strati di vetro serve a ridurre il passaggio di calore. Da non sottovalutare le porte adatte a trattenere il calore interno. Tra gli accorgimenti da adottare in casa c’è sicuramente poi quello di spurgare l’aria dai radiatori per tenerli sempre alla massima efficienza. L’aria presente nelle tubazioni tende a depositarsi nei radiatori impedendone il pieno riscaldamento e provocando un lavoro inutile per la caldaia. In presenza di vecchi termosifoni che potrebbero non avere una valvola di sfiato dell’aria, senza incorrere in eccessivi costi, con un semplice intervento da parte del termoidraulico di fiducia, si potrà farle installare. Infine è bene non coprire i caloriferi con tende, mobili o rivestimenti che impedirebbero al calore di propagarsi. Sostituire vecchie stufe e caldaie, poi, non solo permette di risparmiare molta energia ma anche di abbattere la percentuale delle emissioni nell’atmosfera. Tra gli apparecchi ad alta efficienza energetica spiccano le caldaie a condensazione: moderne ed ecologiche, grazie a uno sfruttamento ottimale del combustibile, permettono il raggiungimento di rendimenti più alti. Un processo che si traduce, in termini di risparmio energetico, in una diminuzione del 15% se la caldaia è abbinata a un impianto di riscaldamento tradizionale, ma può raggiungere valori del 40% se integrata con sistemi di riscaldamento a bassa temperatura o addirittura dl 60% abbinata a pannelli solari. Se è vero che i costi iniziali sono più alti è utile sapere che, fino al 31 dicembre 2019, tutti i contribuenti che sostengono spese per la sostituzione ed installazione di una nuova caldaia a condensazione di classe energetica non inferiore alla A hanno diritto ad usufruire della detrazione IRPEF pari al 50% o al 65% in funzione delle caratteristiche tecniche della caldaia.


Una seconda vita al proprio arredamento: low cost ma con stile

Rinnovare o arredare casa in maniera economica si può. Dal riuso creativo agli acquisti online, dai mercatini delle pulci ai negozi low cost, sono tante le possibilità per dare alla propria abitazione il giusto look in modo originale e senza spese eccessive, magari mixando pezzi contemporanei, vintage e fai da te. Le scelte più economiche sono ovviamente i pezzi di seconda mano: negozi dell’usato, mercatini delle pulci e dell’antiquariato possono diventare veri e propri terreni di caccia dove perdersi alla ricerca di pezzi spessi unici, capaci di dare un tocco irripetibile se abbinati nella maniera giusta. La nascita di siti web dedicati proprio al mercato dell’usato non può che facilitare le cose. Gli amanti del fai da te possono invece sbizzarrirsi con il riuso: anche qui i tutorial online si rivelano alleati preziosi.