Spettacoli pirotecnici e gastronomia,
la festa nella frazione di Maggi

Sant’Agata Bolognese / La prima edizione della manifestazione si è tenuta nel 1973 ed era per pochi amici. Oggi partecipano tantissime persone

Questa festa risale al lontano 1973, quando un gruppo di amici di Sant’Agata Bolognese (frazione Maggi) decise di festeggiare l’Epifania bruciando una piccola catasta di legna. Col passare del tempo questa piccola performance divenne tradizione. Alla fine la creatività ebbe il sopravvento e si passò a quello che si può ammirare oggi: un palo di circa trenta metri, rivestito con pallets e paglia, che viene “incendiato” con fuochi pirotecnici a ritmo di musica.
A questo evento, oramai di portata non più ristretta a una cerchia di amici, partecipa tutta la frazione di Maggi, che per ben tre giorni lavora alla realizzazione di un rogo imponente che viene bruciato al tramonto con i fuochi artificiali per rendere l’atmosfera ancora più suggestiva.
All’organizzazione del rogo segue una festa gastronomica: crescentine e salumi, accompagnati da caffè e vin brulè (vengono utilizzati in media circa 80 litri di vino), tutto questo in cambio di una piccola offerta libera, per potere assicurare nuovamente l’evento nel tempo. La ricorrenza cade in una festa che è soprattutto per bambini, e per la felicità dei più piccoli vengono infatti donate calze ricche di caramelle e dolcetti, che vengono distribuite da Babbo Natale e dalla Befana.


San Giovanni 
in Persiceto

La tradizione: “A brùsa la Vècia!”

A San Matteo della Decima di San Giovanni in Persiceto in provincia di Bologna sopravvive l’antica tradizione dei Roghi delle Befane. Grandi fantocci, fatti di paglia pressata raffiguranti “La Befana” vengono bruciati al calar della sera nella campagna decimina di fronte a un nutrito pubblico che grida “A brùsa la Vècia!”. La tradizione rivive anche nell’antica usanza dei bambini di andare di casa in casa, travestiti da “fcén” (vecchini), a offrire doni e a recitare “zirudelle”, filastrocche dialettali in rima, in cambio di una piccola ricompensa culinaria.


Bologna

Sala Centofiori: Gran Concerto dell’Epifania

A Bologna, il 6 gennaio, presso la Sala Centofiori ci sarà il Gran Concerto dell’Epifania. Interpreti: Joanna Parisi (Soprano); Carlo Colombara (Basso); Vladimir Stoyanov (Baritono); Amedeo Salvato (Pianoforte); presentano la serata Serenella Gragnani e Fulvio Massa.


Crevalcore

Falò, musica e degustazioni in paese

Domenica 5 e lunedì 6 gennaio “La Befana” arriva a Crevalcore: corteo e dono della calza, animazioni e al tramonto “Falò della Vecchia” con degustazione di vin brulé. Dalle 19 a Galeazza Befana dei Bambini e dono della calza. Il 6 eventi nelle frazioni.