Bonus bebè, tutte le novità del 2020
Saranno dodici i mesi “coperti”

Da sapere / L’assegno, a differenza degli anni passati, non sarà più vincolato dall’Indicatore Isee e potrà essere esteso a un numero più alto di neonati

Anche per il 2020 che è alle porte, i genitori avranno la possibilità di richiedere il bonus bebè che vedrà delle sostanziali differenze rispetto agli anni passati. Intanto, la richiesta dell’assegno non sarà più strettamente vincolata all’Isee grazie all’eliminazione del limite di 25mila euro, con il risultato che la cifra spettante alle famiglie, che varierà da 80 a 160 euro a seconda dei casi specifici, accontenterà un numero maggiore di persone. Dodici i mesi di copertura totale previsti dal bonus, con l’Inps che si impegnerà a erogare la cifra direttamente su conto corrente bancario o postale o su carta prepagata, come indicato dal genitore sul modello Sr163. I primi pagamenti del bonus bebè 2020 arriveranno entro 120 giorni dalla data di presentazione della domanda, con tutte le info a riguardo consultabili sul sito ufficiale dell’Inps, all’indirizzo www.inps.it.Anche per il prossimo anno, dunque, coloro che diventeranno genitori avranno la possibilità di usufruire di questo piccolo aiuto da parte dello Stato per sostenere le prime spese del neonato che, si sa, soprattutto nella fase iniziale sono sempre tantissime e piuttosto onerose.


Informazioni

Richiederlo è semplice
Ecco come

Ci sono alcune cose che è utile sapere prima di richiedere il bonus bebè 2020. Se si presenta entro 90 giorni dalla nascita del bambino, il bonus decorre dal mese della nascita o dell’ingresso in famiglia dello stesso, per dodici mensilità. Se invece la domanda all’Inps arriva dopo la scadenza dei tre mesi, allora il bonus parte dal mese successivo della presentazione della domanda che, lo ricordiamo, va inoltrata on line all’Inps attraverso il Contact Center, tramite patronato o in via del tutto autonoma effettuando il login con le proprie credenziali sul sito ufficiale Inps.


BONUS NIDO

Confermato e potenziato per tutti

Con il nuovo anno sarà confermato il bonus nido per i bimbi che frequentano l’asilo pubblico o privato e che sarà addirittura potenziato fino a 3mila euro per le famiglie con reddito medio basso. Un’importante notizia per i genitori.


PAPA’

Congedo esteso fino a 7 giorni

Buone notizie anche per i papà il cui congedo, dopo la nascita del figlio, sarà esteso fino a un massimo di sette giorni. Una settimana di tempo, dunque, per prendere le misure con il nuovo status di padre da parte degli uomini che poi dovranno tornare a lavoro.