Unicam aumenta le borse di studio

Cresce l’attenzione dell’ateneo camerte per gli studenti più meritevoli

L’UNIVERSITÀ di Camerino conta cinque Scuole di ateneo (Architettura e Design, Bioscienze e Medicina Veterinaria, Giurisprudenza, Scienze del Farmaco e dei Prodotti della Salute, Scienze e Tecnologie) e si caratterizza per spazi ed attrezzature adeguate, e per un rapporto professore-studente assolutamente concorrenziale. Da sedici anni consecutivi le graduatorie Censis collocano Unicam al primo posto fra le sedi universitarie con meno di 10.000 studenti, e quest’anno è quarta tra tutti gli atenei statali italiani. L’Università di Camerino si colloca inoltre nel 2019 tra le migliori 25 università al mondo nell’area relativa all’orientamento internazionale della classifica U-Multirank, uno dei ranking più prestigiosi, voluto dalla Commissione Europea.

«L’OFFERTA formativa – afferma il rettore Claudio Pettinari – con corsi di laurea prontamente adattati alla complessità e alla dinamica evolutiva del contesto sociale ed economico, è veramente ampia e diversificata con numerosi itinerari di studio proposti alle nuove matricole. Attività sportive e culturali, stage in Italia e all’estero in aziende leader, Sistema Qualità certificato ISO 9001:2008 per tutte le attività e servizi dell’Ateneo, corsi di approfondimento sulle competenze trasversali richieste dal mondo del lavoro, master altamente innovativi, job placement per i laureati, stretti rapporti di collaborazione con gli stakeholder del territorio, borse di studio per gli studenti meritevoli, sono solo alcuni degli aspetti che più caratterizzano l’Università di Camerino. Dal 2010 – prosegue il rettore – è attiva la Scuola di studi superiori, intitolata a Carlo Urbani, il medico marchigiano che isolò il virus sella Sars, un percorso di qualità con il quale Unicam ha scelto di premiare il talento degli studenti per indirizzarli verso un eccellente futuro. Tengo a sottolineare, inoltre – aggiunge il rettore – che coniughiamo, con successo, didattica e ricerca con attività di public engagement che mettiamo a disposizione dei nostri studenti: scuole di comunicazione e incontri con artisti assolutamente gratuiti. Nel 2019 – conclude il rettore – aumenteremo il numero di borse di studio per studenti meritevoli e siamo al lavoro per rimodulare i nostri corsi di laurea rendendoli ancora più in linea con le esigenze degli studenti e del mondo del lavoro. Siamo inoltre riusciti, grazie ad importanti donazioni e collaborazioni, a mettere a disposizione dei nostri studenti un elevato numero di alloggi idonei e sicuri». Sarà possibile iscriversi a tutti i corsi di laurea Unicam fino al 5 novembre.


LA NOVITÀ

Laurea magistrale in gestione dei flussi migratori

IL NUOVO corso di laurea magistrale in «Gestione dei fenomeni migratori e delle politiche di integrazione nell’Unione Europea», unico nelle Marche, affronta una tematica sempre più strategica non solo per il nostro Paese, ma a livello internazionale, e per la quale è necessario formare figure professionali con competenze specifiche. Ha come finalità generale quella di formare esperti nella governance delle politiche migratorie nell’Unione Europea e, più nello specifico, una figura di esperto in grado di operare sia nell’ambito di istituzioni internazionali, nazionali e locali, sia nel contesto di associazioni e organizzazioni no profit che si occupano di migranti, rifugiati e richiedenti asilo, o che programmano e gestiscono progetti di integrazione dei migranti, nonché progetti di sviluppo e cosviluppo e di cooperazione. Il corso fornisce ai laureati i metodi e gli strumenti per padroneggiare le complesse fonti del diritto internazionale, del diritto dell’Unione europea e del diritto italiano, garantendo loro altresì la possibilità di sviluppare un approccio multidisciplinare, economico, sociologico, storico necessario per la corretta comprensione dei fenomeni migratori nella dimensione europea.