Come viaggiare low cost senza fare
sacrifici e rinunciare alle comodità

“Anticipo” e “condividere” sono le parola chiave

La vacanza è uno dei momenti più attesi e ambiti. E anche se è vero che durante un viaggio è più probabile lasciarsi andare a qualche sfizio, si può pianificare una trasferta con un occhio al portafogli. Imparare, infatti, a prenotare con attenzione permetterà di rilassarsi in luoghi splendidi o andare alla scoperta di posti nuovi spendendo con moderazione, così da evitare quei fastidiosi sensi di colpa post-rientro e magari potersi concedere in breve tempo un bel bis. Se il viaggio non è troppo lungo e si è più di due persone, si può scegliere l’auto dividendo le spese. Se, invece, la destinazione non è così vicina, ecco invece arrivare in soccorso il treno o l’aereo. In entrambi i casi un buon espediente è quello di controllare con anticipo le tariffe, iscrivendosi magari alla newsletter delle compagnie più note ed approfittare delle offerte speciali che spesso vengono proposte. Di contro, se non si ha particolari esigenze organizzative, anche i last minute possono essere molto vantaggiosi: esistono app e siti apposta ma anche le agenzie di viaggio sapranno indirizzarvi al meglio. Per quanto riguarda l’alloggio, una tecnica è scegliere in anticipo strutture con l’opzione “cancellazione gratuita” in modo da poter costantemente monitorare l’andamento dei prezzi e scegliere, sotto data, la soluzione più economica. Le famiglie e le comitive hanno sempre dalla loro la possibilità di dividere le spese affittando un’intera casa (vantaggiosa anche per quanto riguarda i pasti).


Convenienza tra “last minute” e “early booking”

Abbiamo detto che, spesso, il costo dei viaggi non varia in base al periodo che si sceglie per il soggiorno, ma a seconda di quando si prenota. Proposte “last minute” e “last second” popolano web e agenzie di viaggi che danno l’occasione di usufruire di offerte vantaggiose su pacchetti vacanze pre-acquistati dai tour operator e rimasti invenduti. Di norma il last-minute è disponibile da 7 ai 2 giorni prima della partenza, dopodiché diventa un last-second, con ulteriore riduzione del prezzo. Questi sconti, però, ottimi per chi può partire con poco preavviso oppure non ha la possibilità di prevedere per tempo il periodo di vacanze, non sono dissimili da quelli che si possono ottenere prenotando il viaggio con largo anticipo (2-3 mesi di solito), secondo la formula early booking prevista ormai dalla maggior parte degli operatori turistici.


TENDENZE

Dall’home-sitting allo scambio-casa

Oltre agli escamotage tradizionali attraverso cui è possibile risparmiare sui viaggi, esistono soluzioni alternative e nuovi modi di viaggiare dedicati a coloro che amano l’intraprendenza e l’originalità. Uno dei più noti – un mercato, per altro, in grande e continua crescita – è lo “scambio casa”, ovvero scambiare letteralmente la propria casa con quella di qualcun altro. In che senso? Facile: mentre si soggiorna gratuitamente nella casa di qualcuno in una qualsiasi città del mondo, lui alloggia nella nostra. Un modo economico, sociale e partecipativo di viaggiare, nato nei lontani anni ‘50 che sta prepotentemente prendendo piede anche nel nostro paese. Un’altra modalità è quella di fare l’home-sitter, ovvero trasferirsi in una casa per controllarla ed eventualmente badare a piante e animali durante l’assenza dei proprietari. Infine, un’altra esperienza da non sottovalutare, anche se un pochino più impegnativa è l’alloggio in cambio di lavoro. In sostanza, si dorme (e spesso si mangia) gratis a fronte di un aiuto (dal lavoro nei campi a lavoretti di ristrutturazione) per qualche ora al giorno.