RCA non ti temo: piccoli trucchi per
dare un taglioai costi assicurativi

Occhio alle proposte personalizzate e alle ricerche online

Spesso vista più come una tassa che come una forma di tutela, l’assicurazione auto, meglio definita come RCA (Responsabilità Civile Autoveicoli), rappresenta una spesa a volte molto gravosa per le tasche degli automobilisti. Per cercare di ovviare a questo inconveniente da tempo esistono numerosi siti online che permettono di effettuare ricerche incrociate tra i propri dati (macchina e guidatore) e le varie offerte disponibili. In questo modo si può scegliere la proposta più conveniente direttamente da casa con preventivi chiari che forniscono indicazioni precise su ogni voce di spesa e copertura. E’ altresì vero che le compagnie assicurative, da alcuni anni, hanno sviluppato una personalizzazione delle polizze che permette agli utenti di poter scegliere di usufruire di servizi plasmati in base alle proprie necessità. Ad esempio, l’opzione che permette di bloccare il decorrere della polizza per un determinato numero di mesi all’anno. Questo servizio consente di poter accendere la propria polizza solo per un dato periodo, in modo tale da poterne usufruire solo quando il mezzo viene effettivamente utilizzato. Se, infine, si possiede un’auto con almeno 20 anni di età, è possibile stipulare una polizza con spese ridotte dichiarandola “auto d’epoca”. Sottoscrivendo l’iscrizione a un club di auto o moto storiche, infatti, si può usufruire di uno sconto notevole rispetto al costo normale della polizza.


Tutelare la propria casa conviene

Assicurare la propria casa è diventata una pratica diffusa che consente di tutelare non solo l’immobile, ma anche l’investimento fatto per acquistarlo o costruirlo. Da anni infatti, nelle varie opzioni proposte al momento di accendere un mutuo, molte banche offrono la possibilità di poterlo assicurare. Questa opzione consente con un costo aggiuntivo di potersi tutelare dalla possibilità di non essere in grado di pagarlo. Le cause di inadempienza tutelate sono varie, dall’inabilità fisica temporanea o permanente, alla perdita del lavoro fino al decesso. In questi e altri casi specifici, la compagnia assicurativa si impegna a pagare le rate per un determinato periodo o addirittura a estinguerlo definitivamente. I costi delle polizze variano in base al valore e al tipo di mutuo (ad esempio a tasso variabile, fisso, ecc) e alle caratteristiche economiche e fisiche di chi lo contrae.


NOVITÀ

Un “sì” protetto: le polizze per le nozze

Dal matrimonio annullato alle fedi smarrite: è boom delle polizze assicurative legate alle nozze, un mercato, secondo un’indagine condotta nel 2018, da 40 milioni di euro l’anno. Il matrimonio, d’altronde, si sa comporta un investimento economico spesso notevole, senza contare il tempo e le energie che porta via nella sua organizzazione. Come tutti gli eventi però, anche il più significativo può essere rovinato da qualche spiacevole imprevisto e le conseguenze di un intoppo potrebbero rivelarsi anche economicamente gravi, soprattutto se si valuta che il costo medio di un matrimonio si aggira intorno ai 10/15 mila euro. Per questo motivo le compagnie assicurative hanno creato delle polizze che tutelano l’evento in ogni sua componente, come l’abito degli sposi o quello dei testimoni, le fedi nuziali, il banchetto e anche il possibile posticipo per malattia o maltempo. Prodotti assicurativi ancora poco conosciuti ma i cui prezzi sono tutt’altro che proibitivi, soprattutto in relazione ai benefici che garantiscono. Un modo per affrontare il “fatidico sì” con molta più calma e serenità, senza la nevrotica paura che qualcosa possa andare storto, almeno dal punto di vista organizzativo.