Scienza contro false leggende:
mangiare uova non fa male
Valori nutritivi e proprietà

Un alimento buono e a bassissimo costo

Sempre più spesso si tende a eliminare dalla propria dieta alcuni alimenti, pensando che siano dannosi o poco sani. Le uova di gallina sono spesso oggetto di dubbi e perplessità: molti le temono per l’elevato contenuto di colesterolo, altri le amano perché altamente proteiche. Come fare?Le uova di gallina sono un alimento altamente nutriente e a bassissimo costo: non solo sono una fonte di proteine complete in gran quantità, ma forniscono all’organismo anche quantità significative di vitamine e minerali, compresa la vitamina A, la riboflavina, l’acido folico, la vitamina B6 e B12, la colina, il ferro, il calcio, il fosforo e il potassio. Contengono sì grassi di origine animale, ma prevalentemente si tratta di grassi monoinsaturi e polinsaturi, “buoni” per l’organismo.Anche se l’uovo è uno degli alimenti che contiene più colesterolo, la presenza delle lecitine contenute nel tuorlo favorisce sia il trasporto inverso del colesterolo dalle arterie al fegato, potenziando il colesterolo “buono”, sia i processi digestivi dell’alimento: lo stomaco impiega solo due ore per digerire due uova alla coque, mentre ne servono tre per una porzione di carne.


FOCUS PASQUA

Come scegliere un buon cioccolato

Senza colombe, pulcini e uova di cioccolato la Pasqua non sarebbe la stessa, ma come orientarsi nella scelta di uova di qualità? Ciò che rende di alta qualità il cioccolato è il burro di cacao, un grasso “nobile”, solido, aromatico e poco untuoso. Questo particolare grasso, estratto dai semi di cacao, non favorisce l’arteriosclerosi nelle nostre arterie a differenza degli altri acidi grassi saturi. Come l’olio d’oliva, infatti, è ricco di una sostanza, l’acido oleico, che protegge dalle malattie cardio-vascolari.Anche se la direttiva 2000/36/CE dell’Unione Europea legittima la sostituzione del burro di cacao, fino a un massimo del 5%, con grassi vegetali, esistono in commercio uova fatte con cioccolato che contiene solo burro di cacao. Nell’acquisto dell’uovo di Pasqua è utile allora fermarsi a leggere l’elenco degli ingredienti e prediligere la qualità del cioccolato, piuttosto che la sorpresa che contiene all’interno. In alternativa, per quest’anno perché non scegliere un uovo di un’associazione benefica?


IN CUCINA

Come prepararle: sode o
alla coque oppure in camicia

Una volta accertato che le uova non nuocciono alla salute, è importante tenere presente qualche accortezza nella loro preparazione. Andrebbero cucinate sode o alla coque (cuocendolo per tre minuti, quattro al massimo), oppure in camicia, ma mai crude perché il rischio è di contrarre una fastidiosa e pericolosa intossicazione batterica, la salmonella.Per quanto riguarda la frequenza, è bene evitare gli eccessi e non consumarle più di 4 volte alla settimana. L’importante è non esagerare e, nel caso di patologie o disturbi particolari, consultare un medico o uno specialista.