“Opera e dintorni”
A Urbino si saluta in musica
l’arrivo del nuovo anno

Concerto incentrato sull’operetta dall’’800

Il Teatro Sanzio di Urbino torna a ospitare la sezione dedicata alla musica con Urbino in Musica, attesa quinta edizione della stagione musicale promossa dal Comune di Urbino e dall’AMAT con il contributo di Regione Marche e Ministero per i beni e le attività culturali, che accresce la composita e ricca proposta culturale della città con appuntamenti per un pubblico ampio e diversificato per un’esperienza a 360° nell’universo musicale. L’inaugurazione il 1 gennaio è con l’abituale e festoso Concerto di Capodanno dal titolo Opera e dintorni con l’Orchestra di Strumenti a Fiato di Urbino diretta dal M° Michele Mangani che per l’occasione accompagna due giovani solisti, il soprano Samantha Pagnini e il tenore Alessandro Moccia. Il Concerto è incentrato sull’operetta a cavallo tra il 1800 e 1900, con musiche che vanno dai celebri compositori danubiani come Kálmán, Lehar e Strauss fino ai nostri Italiani Lombardo e Ranzato. Tra le arie proposte ci sono brani tratti da La Principessa della Czardas, Il Pipistrello, Madama di Tebe, Il paese dei campanelli e Cin-ci-là.


VISITE

Alla scoperta
Del territorio: la Grotta Ipogea

Chiamata più comunemente la Tomba segreta, la Grotta Ipogea si trova ai piedi del castello di Piagge. Scendendo una rampa di gradini scavati nel tufo, appartenuti probabilmente all’antico ingresso delle mura del castello, si accede a un originale ambiente sotterraneo, una sorta di tomba, o grotta eremitica o luogo di rifugio. Le forme utilizzate per le decorazioni della Grotta sono simboli cristiani antichissimi, tant’è che l’ipogeo presenta un impianto tipicamente basilicale. La Grotta Ipogea è un luogo di grande interesse e studio visitabile ogni sabato e domenica del mese di gennaio.
Info su www.proartpiagge.it


DA NON PERDERE

Pesaro: concerto dell’Orchestra G. Rossini

Ancora un importante traguardo per l’Orchestra Sinfonica G. Rossini che nel 2019 festeggia il 25° anno di attività. Partita nel 1994 come Sinfonica di Pesaro, nel 2004 cambia denominazione in Sinfonica Rossini all’insegna della continuità di un nucleo orchestrale storico che dimostra nel tempo qualità in ambiti musicali di pregio su scala nazionale e internazionale. Il Concerto di Capodanno proporrà, questa volta, i celebri valzer di Strauss, sia perché rappresentano la musica perfetta per la circostanza sia perché giocando su una sfida tra cognomi si è potuto mettere in programma un pezzo sinfonico fortemente voluto dai professori d’orchestra: il poema sinfonico Don Juan di Richard Strauss. Di Johann oltre ai celebri valzer, fra cui An der schönen blauen Donau (Sul bel Danubio) ed il Kaiser-walzer, verrà eseguita l’overture del Die Fledermaus (Il pipistrello). Il concerto si svolgerà Martedì 1 Gennaio alle ore 21.15 presso il Teatro Rossini di Piazzale Lazzarini a Pesaro.
Info su www.teatridipesaro.it