Un campus a misura di persona

Didattica e ricerca di eccellenza per prepararsi alle sfide globali

VITALE, frizzante, in movimento: l’Università di Ferrara ha festeggiato in questi anni il superamento della soglia dei 20mila studenti. Un salto dimensionale, quello dell’Ateneo estense, con un raddoppio delle matricole, ora 7mila ogni anno. Un ampliamento perseguito con determinazione, per dare la possibilità ai giovani di seguire le proprie vocazioni e aspirazioni. L’Ateneo estense si è infatti reso promotore di un tema cruciale per il Paese, il ripensamento dell’accesso a Medicina. Per l’anno accademico alle porte, il corso di Medicina di Ferrara mette intanto a disposizione 602 posti, un numero che la pone seconda in Italia.

UN’APERTURA in linea con la scelta, consolidata nel tempo, di essere una Università inclusiva e orientata al superamento di ogni barriera al talento. Un obiettivo perseguito dall’Ateneo insieme alle istituzioni e realtà territoriali, per ampliare gli spazi della didattica e i servizi di accoglienza. L’impiego di tecnologie digitali, streaming, procedure informatizzate, completa il quadro di una Università che vuole essere leader nell’innovazione su ogni fronte.

A FERRARA sono oltre 60 i percorsi di laurea nelle diverse aree disciplinari: bio-chimica e scientifico- tecnologica, umanistico-giuridico- economica e medica. Master, corsi di formazione e di perfezionamento, summer school affrontano le tematiche specifiche applicate al mondo del lavoro, mentre i Dottorati preparano, con respiro sempre più internazionale, le ricercatrici e i ricercatori di domani. Dei corsi di laurea, oltre 15 prevedono un percorso a doppio titolo. Le lauree magistrali trattano temi di frontiera e preparano alle sfide globali, proponendosi anche interamente in lingua inglese. Studentesse e studenti possono studiare e svolgere tirocini all’estero grazie ai programmi di scambio internazionale con oltre 500 partner. E ogni anno circa 450 giovani partono con questi programmi e più di 300 arrivano a Ferrara da tutto il mondo, contribuendo al clima internazionale e di apertura dell’Ateneo.

CHI STUDIA a Unife beneficia anche di un Ateneo dove la ricerca di eccellenza è di casa. Dal 2014 a maggio 2019 sono stati 44 i progetti europei finanziati con partecipazione di docenti Unife e 24 quelli nazionali e ministeriali. Ricercatrici e ricercatori trovano qui una culla ideale da dove porsi quali interlocutori credibili in Europa e nel mondo, prendendo parte e spesso assumendo il ruolo di coordinamento di ampie collaborazioni internazionali. Collaborazioni che aprono le porte di centri di eccellenza come MIT di Boston e CERN di Ginevra e dei migliori laboratori della ricerca biomedica anche agli studenti.

FONDATA nel 1391, l’Università di Ferrara è legata a doppio filo con la sua città. Chi vi arriva trova architetture eleganti e spazi verdi da apprezzare soprattutto al ritmo della bicicletta, il mezzo simbolo di questa città Patrimonio Unesco. Conchiusa con i suoi tanti parchi e piazze in dieci chilometri di mura tra le più affascinanti in Europa, Ferrara è un naturale campus diffuso. Dove tutto è a misura di persona.


LA STATISTICA

A un anno dall’alloro lavora
già l’81% dei laureati triennali

A SOLO un anno dalla laurea, l’81% dei laureati triennali e il 77% dei magistrali biennali di Unife è già occupato. La media nazionale è rispettivamente del 72% e 70%. Presentazioni aziendali, tirocini, il Career day di Ateneo e i percorsi di inserimento lavorativo, gli incontri con gli alumni e quelli dedicati a valorizzare il cv, sono alcune delle iniziative che Unife mette in campo per non lasciare soli gli studenti nell’approccio al lavoro, ma accompagnarli a questo incontro giù durante i primi anni di università.


CLASSIFICA CENSIS

Architettura e Design prime nel Belpaese

È DI NUOVO podio per i Corsi del Dipartimento di Architettura dell’Università di Ferrara. La Classifica Censis delle Università italiane 2019/20 torna a incoronare la Laurea Magistrale a ciclo unico in Architettura di Ferrara prima in Italia nell’area architettura e ingegneria edile- architettura. Un risultato che conferma quello ottenuto da oltre dieci anni. Ma non è la sola promozione con lode incassata dal Dipartimento: la laurea triennale in Design del Prodotto industriale ottiene infatti un ottimo secondo posto nell’area disciplinare Arte e Design. «La proposta didattica della Scuola ferrarese di Architettura e Design è di riconosciuta qualità e mira alla trasmissione di contenuti disciplinari sempre aggiornati e strutturati sulla base delle esigenze degli studenti; un impegno che viene mantenuto da anni nell’eccellente livello qualitativo e negli ottimi standard», commenta il professor Alessandro Ippoliti, direttore del Dipartimento.


LE NOVITÀ

Al via Biotecnologie mediche
Infermieristica apre ad Adria

PER L’ANNO accademico 2019/20 l’accesso a Medicina resta a numero programmato nazionale, con un aumento dei posti a 602. L’obiettivo, rimandato al prossimo anno, resta per Unife la sperimentazione della modalità di accesso. Intanto, la laurea triennale ad accesso libero in Biotecnologie mediche amplia la rosa dei corsi di area biomedica dell’Ateneo. Il nuovo corso vuole formare laureati eclettici che potranno porsi all’interfaccia tra le scienze biologiche e la medicina andando a colmare un gap professionale molto richiesto dall’industria biotecnologica e dalle strutture sanitarie nazionali ed europee. Terza sede, sarà ad Adria (Rovigo), per la triennale di Infermieristica: la nuova sede offre 99 posti, con iscrizioni entro il 20 agosto. Il Corso prevede lezioni teoriche e attività di laboratorio di simulazione, per l’acquisizione delle competenze tecniche e relazionali e poi i tirocini pratici, che rappresentano circa il trenta per cento dell’intero percorso, da svolgere in strutture sanitarie pubbliche o private, nel territorio e nel campo dell’assistenza domiciliare.