Di passione in passione per assecondare gli hobby o condividere esperienze

Il tempo libero ispira le migliori idee regalo

Niente meglio di un hobby può guidare alla scelta del giusto dono per una persona cara.Se il papà è uno sportivo incallito, regalare un nuovo outfit per la disciplina che pratica è sempre utile oltre che apprezzato.Il rinnovo dell’abbonamento in palestra è un altro dono che ha il pregio dell’utilità sommato a quello del divertimento. Anche chi preferisce allenarsi a casa, però, ha le sue esigenze e potrebbe desiderare qualche nuovo attrezzo per ampliare il numero degli esercizi possibili. In questo caso, orientarsi su quelli meno ingombranti è meglio. Il dono potrebbe essere anche l’occasione per iniziare un’attività insieme e quindi condividere tempo di qualità.Se anche l’esercizio insieme al padre non può divenire routine (magari perché i due abitano lontani tra loro) è l’occasione per regalare un’esperienza che porti nella natura e faccia riscoprire il feeling tra genitore e figlio. Esperienze come il campeggio o trekking di più giorni sono proposte che una volta provate sono riuscite a convincere anche i più scettici.


Giardinaggio: un’attività rilassante

Uno dei passatempo che riescono a regalare maggiori soddisfazioni è il giardinaggio. Curare piante e fiori oppure un piccolo giardino è fonte di relax e divertimento ad ogni età. Ma chi non è abituato a una vita contadina o dispone solo di poco spazio, può iniziare con varietà che necessitano di poche cure e si coltivano anche in appartamento. In foto: una palla di muschio adatta anche a chi non ha il pollice verde, da Monsterzeug


OUTDOOR

Sempre a contatto con la natura

Per i padri che amano vivere all’aria aperta le proposte dono non mancano. L’abbigliamento tecnico è un valido alleato degli appassionati di trekking sia in estate che in inverno. Sono indispensabili, inoltre, uno zaino che sia non solo capiente ma ben organizzato, la copertura per impermeabilizzarlo e diversi accessori da tenere sempre a portata di mano (borraccia o thermos, cappellino o cappello di lana, torcia ricaricabile…). Per i più romantici indispensabile anche un taccuino su cui appuntare tutte le impressioni dei diversi percorsi intrapresi.