I Gruppi di Acquisto Fotovoltaico:
cosa sono e quali finalità hanno

Con essi, si riesce ad ottenere sconti del 10-20%

Se desiderate risparmiare nell’acquisto di un impianto fotovoltaico, un’altra idea che vi permette di avere un ottimo risparmio economico e praticità nel disbrigo delle pratiche amministrative e burocratiche è quella di sceglie un GAF, ovvero un Gruppo di Acquisto Fotovoltaico. Dopo i Gas, ovvero i gruppi di acquisto solidale (specializzati nell’acquisto di derrate alimentari), si stanno infatti diffondendo in Italia questi gruppi che hanno l’obiettivo di comprare apparecchiature fotovoltaiche attraverso un acquisto collettivo in modo da riuscire a ottenere degli sconti del 10-20%, sul prezzo di vendita e sull’installazione dei pannelli. Il Gaf è uno dei modi migliori per usufruire delle potenzialità dell’energia solare anche perché creare un gruppo di acquisto fotovoltaico non richiede lunghi investimenti di tempo: è sufficiente raccogliere il maggior numero possibile di interessati per poi contattare un rivenditore. Il GAF non ha solo finalità economiche, di risparmio o di maggiore praticità nell’acquisto e nell’installazione, ma prevede il raggiungimento della famosa grid parity, in base alla quale l’acquisto di un impianto da fonti rinnovabili e la produzione di energia elettrica da fotovoltaico risulta interamente concorrenziale e conveniente alla pari di altre fonti energetiche. Numerose sono le offerte di Gruppi di Acquisto Fotovoltaico, ai quali è possibile aderire direttamente in rete, completando i form presenti direttamente nel sito.


Il futuro è delle energie rinnovabili

Petrolio, carbone e gas, le fonti fossili prodotte dalla Terra in milioni di anni si stanno velocemente esaurendo: il futuro è in mano alle energie rinnovabili, inesauribili e pulite. L’energia idroelettrica è una di queste, ottenuta grazie a impianti ad acqua fluente e ad accumulo, ma anche sfruttando il moto delle onde e delle correnti sottomarine. Si aggiungono l’energia eolica e l’energia solare. Il potenziale dell’energia solare è altissimo: se i pannelli fotovoltaici ne costituiscono il principale meccanismo, esistono anche altre formule interessanti, come il solare passivo che sfrutta naturalmente i raggi del Sole, ad esempio con la costruzione di edifici che fanno entrare maggiori quantità di radiazioni solari. Negli ultimi anni sono in crescita anche geotermico, che sfrutta il calore della Terra, e biomasse (combustione di sostanze organiche).


AUTO

Perché conviene scegliere il GPL

Il GPL – acronimo per Gas Propano Liquido – si è imposto negli ultimi anni sul mercato come carburante alternativo alla benzina e al gasolio. L’impianto può essere installato sia in fase di costruzione del veicolo dalla casa produttrice, sia in after market, ovvero in un secondo momento da installatori specializzati in questo tipo di operazioni. La diffusione delle auto alimentate a GPL, oltre che dalla possibilità di circolare anche in occasione dei blocchi del traffico, è stata favorita dal prezzo del carburante, del 50% inferiore a quello della benzina, fattore che permette di ammortizzare il costo di installazione, risparmiando persino con percorrenze non elevate. Anche la spesa sulla tassa di circolazione risulta inferiore, secondo le normative vigenti in alcune regioni che la riducono o la eliminano del tutto. Importantissimi vantaggi sono quelli di carattere ambientale: il GPL, infatti, non contiene benzene né piombo, sostanze altamente tossiche e la sua combustione non produce particolato, una delle maggiori cause di inquinamento dell’aria. I punti di rifornimento sono ormai numerosi nel nostro Paese, anche sulle autostrade.