Iniziative

Digital Paper: Capodanno

Budrio, il paese dei presepi
Un bella tradizione che si rinnova

La puntualità con cui arriva il Natale corrisponde con l’entusiasmo con cui grandi e bambini offrono il loro piccolo presepio alla ormai consolidata rassegna “Budrio dei 99 Presepi”, che giunge così alla sua quarta edizione. La mostra organizzata dalla Pro Loco è nata per coinvolgere le attività commerciali budriesi alla realizzazione di una mostra che riporti al Natale nel modo più evocativo ovvero proprio attraverso il presepe. Nella passata edizione si sono aggiunti alla partecipazione privati, ognuno con la propria piccola opera d’arte. L’esposizione è in corso alla galleria Sant’Agata in Via Marconi ed è visitabile durante le festività e i giorni feriali fino al 6 gennaio. Non solo. Anche quest’anno infatti il centro storico di Budrio sarà arricchito dalle splendide opere dello scultore Marcello Magoni (il “Presepe Diffuso”). Numerose sono le sculture che si potranno ammirare passeggiando per le vie del centro: il pescatore, il boscaiolo, il fornaio, la ragazza del selfie, l’ubriaco, la pescivendola, l’angelo, la guardiana delle oche, i pastori con il gregge, i Re Magi con i loro cammelli e, ovviamente, la Sacra Famiglia. Tutte le statue sono alte più di 2 metri e sono state realizzate con materiale di recupero. E a chiudere il cerchio delle iniziative nella cittadina bolognese, la parrocchia dei santi Gervasio e Protasio, dopo aver ospitato il tradizionale presepio vivente con molti figuranti che hanno dato volto e corpo alla Natività, fino a domenica 13 gennaio mette in mostra il presepio meccanico nella sagrestia della stessa Pieve. In tutti i casi la visita è sempre libera, con il solo rispetto degli orari di apertura.


DA NON PERDERE

Una visita al presepe contemplativo

Quando, a dicembre 2016, il presepe di Grazia Sarcina fu allestito nel cortile di Palazzo d’Accursio, l’arcivescovo di Bologna Zuppi, lo presentò come “presepe contemplativo”, alludendo all’atmosfera di meditazione che si percepiva all’interno della scena presepiale. Questa è infatti costituita da quattro figure a grandezza naturale: Maria e Giuseppe, seduti l’una accanto all’altro, la pastorella e la donna che porta la sua offerta, sola in piedi, più alta degli altri. La mostra nella Chiesa di Sant’Agata sarà aperta fino al 6 gennaio, tutti i sabati e le domeniche, la mattina dalle 10 alle 12.30 e il pomeriggio dalle 15 alle 18.


MUSICA

“Swing Around The Rock” al Duse
A Bologna il 2019 si aspetta a teatro

Il capodanno 2019 a Bologna, al Teatro Duse, sarà con “Swing Around The Rock”, uno spettacolo potente ed emozionante che attraversa tutto il mondo del rock ‘n roll e i generi che ha generato. Un viaggio dal sapore vintage che accompagna il pubblico dagli anni d’oro del rock sino alle sonorità contemporanee.


MOSTRA

Art Nouveau a Palazzo Pallavicini
Aperture straordinarie per Mucha

Bologna ospita per la prima volta un’importante retrospettiva sull’opera di Alphonse Mucha, tra i più grandi interpreti dall’Art Nouveau. Le sale settecentesche di Palazzo Pallavicini fanno da cornice a 80 tra le più celebri opere dell’artista ceco. Aperture straordinarie il 31 dicembre e il 1 gennaio.

2018-12-28T17:11:39+00:00Argomento: FAMIGLIA|Speciale |