Come pianificare una vacanza studio
Un’importante opportunità formativa

In college o in famiglia? Pro e contro per valutare la scelta

Investire sulla formazione è una priorità per le famiglie che ogni anno pianificano vacanze studio per i propri figli. Alcune informazioni possono essere utili per capire come muoversi e come orientarsi nella scelta in un vasto panorama di offerte.
È necessario valutare attentamente la scelta tra appoggiarsi a una famiglia ospitante o optare per una sistemazione in college. Stare in famiglia offre la possibilità di vivere in una realtà più immersiva, sia da un punto di vista linguistico che culturale, tuttavia richiede un grado di flessibilità e di indipendenza maggiori.
Il college offre un ambiente internazionale, pensato a misura dei ragazzi (attrezzato con piscine, palestre, mensa, lavanderia…), e più protetto. Generalmente infatti gli accompagnatori bilingue risiedono in college e sono sempre a disposizione, questo però incentiva meno le autonomie. Inoltre se si parte già in gruppo, in genere si risiede con studenti italiani, cosa che disincentiva l’utilizzo della lingua. Questo solitamente non accade se si parte individualmente.


OBIETTIVI SVILUPPARE COMPETENZE LINGUISTICHE FACENDO OPERE DI VOLONTARIATO

Oltre l’inglese: progetti di solidarietà all’estero

Vacanze che hanno come lingua l’inglese, ma che hanno come obiettivo il volontariato, sono delle alternative differenti rispetto alle tradizionali vacanze studio, ma molto interessanti. Queste esperienze solidali sono strutturate in modo che i ragazzi provenienti da nazioni diverse si trovino all’interno di un progetto che sia ecologico, sociale o educativo. Diventano quindi non solo esperienze di apprendimento di una lingua, ma anche vacanze capaci di portare ad una crescita globale della persona. Lo sviluppo delle proprie competenze nella lingua è garantito dal fatto che i ragazzi devono comunicare tra loro durante le ore di impegno volontario, generalmente 5-6. Solitamente le sistemazioni sono semplici e spartane: si alloggia in ostelli, campeggi, foresterie. Sono un’importante opportunità di vita in gruppo durante la quale sperimentare la solidarietà e la convivenza pacifica.


OPZIONI

Viaggiare in gruppo o partire da soli?
Vantaggi e svantaggi

Una questione importante da considerare è se far partire i ragazzi in gruppo o da soli. La risposta varia a seconda del carattere dei ragazzi, della loro autonomia e dell’approccio educativo delle famiglie, tuttavia se si parte per la prima volta da soli e molto giovani può essere utile optare per un gruppo accompagnato scegliendo soluzioni che comprendano anche sistemazione, volo, transfer e assicurazione. I ragazzi più grandi invece potranno godere maggiormente di una vacanza individuale che consente loro di fare amicizie internazionali, incentivando l’utilizzo della lingua, e permette di avere maggiore indipendenza.