Correre o camminare? Cosa è meglio
per mantenersi in forma e dimagrire

Da sapere / Le due attività permettono di bruciare calorie ma la principale differenza la fa la velocità

Un dubbio che fa sempre discutere è: meglio correre o camminare? Età, peso e preparazione fisica sono elementi che già permetterebbero di valutare cosa sia meglio per chi vuol dimagrire, ma se l’obiettivo è consumare calorie, l’unica cosa che bisognerà considerare con attenzione è la capacità di raggiungere una certa velocità, che sia correndo o camminando. La corsa è un’attività ad alta intensità e permette di bruciare decisamente più calorie al minuto rispetto a camminare che comporta meno calorie in più minuti di movimento. Questo farebbe pensare che, tra correre e camminare, per dimagrire più velocemente sia meglio intraprendere la corsa. Errato: se si raggiunge, infatti, una velocità di circa 8 km/h si bruceranno le stesse calorie. Inoltre è corretto sapere che una volta raggiunta una certa velocità, le calorie bruciate aumentano in maniera minima con l’aumentare della velocità. Ciò significa che una camminata a una velocità sostenuta potrebbe equivalere a una corsa lenta, per dimagrire.


Rimedi

Fitoterapia per disturbialle gambe

Le gambe possono rappresentano, soprattutto per le donne, un punto debole. La sensazione di facile stancabilità agli arti inferiori, infatti, si presenta tutte le volte che si devono compiere sforzi, salire diverse rampe di scale, fare jogging. Alla base del problema vi è una cattiva circolazione sanguigna e linfatica oltre a condizioni particolari, come la menopausa o la gravidanza. La fitoterapia (che prevede l’utilizzo di piante per la cura delle malattie o per il mantenimento del benessere psicofisico) può essere di aiuto agendo dall’interno attraverso le tinture madri e le tisane di alcune erbe. Ottime proprietà antinfiammatorie si riconoscono a ippocastano, mirtillo, vite rossa e amamelide, efficaci nel contrastare insufficienza venosa e fragilità capillare.


Attività consigliate

“Dog human fitness”: perché passeggiare col cane fa bene

Chi ha poco tempo a disposizione o non riesce a dedicarsi regolarmente a uno sport dovrebbe comunque provare a tenersi in attività. La più insospettabile, ma tra le più efficaci, è la passeggiata con il proprio cane: camminare 3 volte al giorno equivale a 8 ore di palestra a settimana. Per altro, questa quotidiana attività non solo migliora il nostro sistema cardiovascolare, ma apporta anche altri benefici importanti, aumentando ad esempio la sicurezza di noi stessi e favorendo le relazioni sociali. Inoltre, aiuta ad alleviare lo stress e a migliorare lo stato psichico, perché quando si cammina con il cane, non solo si gode della sua compagnia e dell’ambiente, ma siamo anche felici di farlo contento. Si chiama “Dog human fitness” ed è una nuova attività sportiva che coinvolge il cane e il suo proprietario. Un’occasione per coniugare il tempo libero da passare all’aria aperta, gli esercizi sportivi e l’amore per il proprio quattrozampe. La moda arriva dagli USA ed unisce la corsa con esercizi a corpo libero. Il tutto, ovviamente, accompagnati dal nostro cane. L’allenamento prevede una ventina di minuti da dedicare alla corsa per scaldare i muscoli, allenare il fiato e per permettere al cane di correre e sfogarsi all’aria aperta. La seconda parte, invece, prevede un circuito di esercizi a corpo libero per l’umano.