Originale rappresentazione

A Cesenatico lo spettacolo del Presepe galleggiante
della Marineria

Popolato da figure tipiche della vita marinara

Anche nel giorno della Befana le barche della Sezione Galleggiante del Museo della Marineria, nello scenario del Porto Canale leonardesco di Cesenatico, diventano il palcoscenico di un presepe unico nel suo genere. Non si tratta solo di statue tradizionali, ma di figure tipiche della vita marinara, come pescatori, falegnami, burattinai, la pescivendola, la donna con le piadine, bambini e musicisti. Insieme alla Sacra Famiglia e ai tradizionali pastori, possiamo vedere chi salpa o rammenda le reti, chi conduce le imbarcazioni, chi vende il pesce. E poi ci sono i particolari a fare la differenza, come la presenza di un gruppo di delfini che si affaccia dall’acqua. Le statue sono a grandezza naturale; i volti, le mani, i piedi sono scolpiti in legno di cirmolo. Il risultato è di grande effetto, reso ancora più suggestivo dalle illuminazioni delle barche che si riflettono sull’acqua del canale. Ogni anno si arricchisce di una nuova statua e di un nuovo personaggio. Dalle sette figure con cui esordì, oggi il patrimonio scultoreo è di una cinquantina di statue. Le statue sono pensate come elementi di una rappresentazione, da vedere dalle sponde del Porto Canale Leonardesco come da una platea. Illuminate, perché nel Presepe sono le luci che danno vita alle figure e scandiscono il racconto. Ed è proprio al calare della sera che la rappresentazione si accende come se si aprisse un sipario. Info: www.presepemarineria.it


FESTA A CESENA

Nel tunnel luminoso di piazza Almerici

Una Befana divertente e originale intrattiene i bambini presso il tunnel luminoso di piazza Almerici. Siamo nel centro storico di Cesena e l’appuntamento delle 17 rappresenta il suggello delle festività di fine e di inizio anno. Il tunnel luminoso di 15 metri introduce in un mondo d’altri tempi dove trovare specialità di cioccolato e leccornie. Si tratta di un vero e proprio luogo di incontro con tante animazioni che si prolungano per le vie della città ancora per qualche ora. E poi ci sono il presepe meccanico Gualtieri presso la galleria ex pescheria e il presepe in Piazza Giovanni Paolo II. A Ruffio di Cesena c’è invece spazio per un presepe rustico, realizzato dalla famiglia Bianchi insieme ad amici e parenti che nel corso degli anni l’hanno perfezionato. Si tratta di una realizzazione originale collocata nel porticato di casa della famiglia Bianchi: un luogo dove potersi fermare e raccogliersi in silenzio, seduti sulle balle di paglia.


DA VEDERE

Rappresentazione meccanica della storia dei Re Magi

Il tema scelto per rappresentare quest’anno la natività è lo stupore. Il presepe di Cesena si sviluppa per 110 metri quadri ed è tra i più grandi presepi meccanici d’Italia. Popolato da una grande Natività e da personaggi di un metro di altezza raffiguranti antichi mestieri e scene di vita quotidiana, gli effetti di luce e scenici, le musiche di sottofondo e l’allestimento emozionano lo spettatore facendo rivivere lo stupore anche per l’Epifania. Non solo, da anni gli abitanti di della piccola frazione Roversano di Cesena allestiscono uno scenografico presepe con statue ad altezza naturale che rappresentano gli antichi mestieri, ispirandosi a personaggi realmente vissuti in ambito romagnolo. La speciale rappresentazione della natività è visitabile dalle 9 alle 23 fino a domenica 7 gennaio. Info: www.comune.cesena.fc.it

2018-01-09T13:03:40+00:00Argomento: FAMIGLIA|Speciale |