Evviva il tempo dello svago
Quando il “superfluo”diventa indispensabile

Un gioco per ritrovarsi e stare insieme

I gadget sono molto spesso una vera e propria ancora di salvezza quando si tratta di dover acquistare un piccolo dono. Le possibilità si sono sempre più ampliate e non c’è pericolo di risultare banali.Si va dagli oggetti personalizzati con fotografie e scritte capaci di rendere unico il proprio acquisto, ad alternative tra cui i giochi e i passatempo più diversi recitano un ruolo da protagonista. Per i papà che amano viaggiare, indispensabile la mappa o il mappamondo su cui appuntare tutte le mete già raggiunte o tutte quelle che saranno presto destinazione di vacanze con l’intera famiglia.Anche i giochi, come anticipato, sono una buona soluzione, perché potranno coinvolgere anche amici e parenti. I grandi classici sono sempre una sicurezza: dama, scacchi, un mazzo di carte dal disegno particolare, l’intramontabile monopoli. Per i veterani del gioco, invece, meglio orientarsi sulle ultime novità, oppure optare per rivisitazioni di attività già note. Per tornare sull’esempio del monopoli, c’è da sapere che ne esistono numerosissime versioni diverse.


Vino e birra

Gli strumenti dell’estimatore

Per un padre appassionato di buon bere, sono infinite le possibilità per un dono gradito.La conservazione e il servizio di vino, birre e liquori, infatti, richiede l’utilizzo di una serie di strumenti specifici che possono fare molto piacere all’estimatore. E chi non è un esperto, può sempre farsi consigliare dal venditore. Per quanto riguarda i bicchieri, ad esempio, ne esistono di diverse forme e ognuna si addice meglio a servire un certo tipo di alcolico.Per quanto riguarda i vini, in genere l’ampiezza del calice aumenta con l’aumentare dell’affinamento del vino, soprattutto se si tratta di un rosso. Hanno invece forme più strette quelli dedicati ai bianchi, per non parlare delle flûte in cui vengono serviti i vini spumante.Tra gli altri strumenti indispensabili per coloro che apprezzano drink di vario tipo ci sono apribottiglie e cavatappi. Anche in questo caso, ne esistono di diversi tipi e basati su diversi meccanismi, il consiglio è optare per qualche versione divertente.


VINTAGE

Pescare dal passato l’idea vincente

Sembra che uno dei segreti per scegliere un regalo gradito sia quello di fare leva sui ricordi più cari. Ecco perché il vintage è capace di esercitare tanto fascino: un giradischi corredato da alcuni dischi in vinile anni Ottanta, la riedizione dello zaino con cui papà andava alle scuole medie o perfino la possibilità di stampare in formato polaroid sono tutte ottime idee. I gadget ispirati al passato, inoltre, non si contano e spesso hanno il vantaggio di essere diversi dal solito e quindi del tutto inaspettati. Una sorta di “sorpresa nella sorpresa” che piace molto.