19 marzo: le origini della ricorrenza
che celebra i padri di tutto il mondo

Storia / Il culto di San Giuseppe – padre putativo di Gesù, custode della famiglia – si è poi diffuso a partire dall’Oriente e già nel periodo medioevale

Il 19 marzo significa – almeno in Italia, ma anche in Spagna e in Portogallo – festa del papà. Anche se il primo anno in cui è stata ufficialmente celebrata sembra essere il 1910, le origini di questa ricorrenza sono particolarmente antiche e legate alla tradizione cristiana. Non è un caso, infatti, che la paternità venga omaggiata nel giorno di San Giuseppe, custode della famiglia. I Vangeli e la dottrina cristiana, però, ribadiscono come il vero padre di Gesù sia unicamente Dio. Cristo fu concepito miracolosamente dalla Vergine, per intervento dello Spirito Santo. Giuseppe è sempre ricordato come padre putativo di Gesù, il termine proviene dal latino “puto”, ovvero “credo”, indica, quindi, “colui che era creduto” suo padre, secondo anche quanto scritto nel Vangelo di Luca. Il culto del Santo si è diffuso a partire dall’Oriente e già nel Medioevo la sua festa era stata fissata il 19 di marzo, giorno della sua morte. A ufficializzare la celebrazione fu papa Sisto IV nel 1479. In contrapposizione con la festa dei lavoratori di origine socialista, la celebrazione dei San Giuseppe Artigiano fu contrapposta alla festa dei lavoratori e anch’essa posta il 1 maggio 1955.


Dolci tipici

San Giuseppe e le gustose”zeppole”

Il 19 marzo è anche la giornata delle zeppole. Molto popolari nella zona vesuviana, un tempo erano preparate direttamente in strada. Ci sono varie ipotesi sull’invenzione di questo dolce, riferita sia alle suore di San Gregorio Armeno sia a quelle della Croce di Lucca, sia a quelle dello Splendore, sempre a Napoli. La prima ricetta scritta risale al 1837, nel trattato di cucina napoletana di Ippolito Cavalcanti. Gli ingredienti sono farina, zucchero, uova, burro, uova, crema pasticcera e amarene sciroppate. Nella tradizione partenopea esistono due varianti: fritte e al forno.


Usanze

Paese che vai, celebrazioni che incontri

In alcuni Paesi, la celebrazione della festa assume la connotazione di “padre della patria”: è il caso della Russia, in cui la ricorrenza cade nella data del 23 febbraio, e della Thailandia, dove coincide con il compleanno del sovrano Rama IX (5 dicembre, in foto).


Tradizioni

Trebbo di Reno, torna la festa della raviola

In Emilia-Romagna, il dolce tipico della festa del papà è la raviola. A Trebbo di Reno (Bo), si tiene ogni anno, nella terza domenica del mese di marzo, la pluricentenaria “Festa della raviola”: quest’anno, l’appuntamento è il 15 marzo (dalle ore 14.30).